Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Lunedì 18 luglio in onda “Cosa Nuova’. Il consigliere del Csm: “Vera forza della mafia è saper mutare pelle”

Lunedì 18 luglio, alle 21, andrà in onda su Sky Tg24 lo speciale del canale all news dal titolo “Cosa Nuova”. Ospiti dello speciale saranno, tra gli altri, il consigliere togato del Csm Nino Di Matteo, l’ex procuratore Generale di Palermo Roberto Scarpinato, il magistrato Gianfranco Donadio e Franco Gabrielli, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla sicurezza nazionale. Dopo aver ricordato con testimonianze e racconti esclusivi le stragi di Capaci e via D’Amelio con 'Attacco allo Stato', il canale diretto da Giuseppe De Bellis torna a porre l’attenzione sulla mafia in un percorso di cambiamenti lungo decenni: da come ha modificato il suo modus operandi dalle ultime stragi del biennio 92/93 a quali sono le nuove fonti di guadagno. 'Cosa Nuova' racconta come gli uomini delle cosche siano cambiati nel tempo: come si siano inseriti nella finanza, nel mondo degli affari, come siano passati dal kalashnikov al colletto bianco. Durante lo speciale, curato da Max Giannantoni e condotto in studio da Fabio Vitale, Nino Di Matteo, intervistato, ha detto che “la vera forza di Cosa Nostra è saper mutare la pelle come un serpente”. Anche Gabrielli ha parlato dell’evoluzione della mafia, sottolineando le difficoltà di una lotta contro 'illeciti più difficili da combattere anche a causa della globalizzazione dei mercati e della finanza'. I contributi di 'Cosa nuova' saranno disponibili anche sul sito skytg24.it, dove sarà possibile seguire lo speciale e trovare tanti contenuti extra.

ARTICOLI CORRELATI

Di Matteo su via d'Amelio: ''Il depistaggio iniziò con la scomparsa dell'agenda rossa

Stragi del '92-'93: i mandanti esterni e quei 'pupari' del Potere rimasti impuniti

Trentennale stragi, Scarpinato: ''Italia incapace di affrontare la verità’’

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy