Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"Ci sono ancora oggi dei profili che richiedono ulteriori attività di discovery e non possiamo tollerare che restino dei margini di dubbio e di mistero. C'è un profilo su tutti che dobbiamo necessariamente concludere affinché si possa definitivamente dire chiusa quella stagione drammatica: mi riferisco a Matteo Messina Denaro e alla necessità di arrestare l'ultimo grande latitante di quella stagione di Cosa Nostra e che porta con sé molto probabilmente molti dei profili di incertezze e di mistero della sentenza di primo grado della trattativa e delle stragi di Capaci e via D'Amelio".
Sono state queste le parole pronunciate dal vicedirettore del DAP Roberto Tartaglia davanti all'Alberto Falcone nel 29esimo anniversario della strage di Capaci.
"Ricordare, e lo dico senza retorica - ha aggiunto Tartaglia - è un dovere perché aiuta le persone e le istituzioni a fare esercizio di memoria e ad evitare che ci siano allentamenti di attenzione. Visto che oggi ricordiamo Giovanni Falcone mi vengono in mente gli aggettivi che usava per descrivere l'approccio dello stato nel contrasto alla criminalità organizzata: emotivo, episodico, fluttuante. Credo che sia cambiato tanto da allora ma quell'ombra del pericolo dobbiamo sempre tenerla a mente. Non c'è uno studente di Giurisprudenza, un magistrato, un avvocato o operatore del diritto che non si sia imbattuto e non si imbatta quotidianamente in quello che Falcone, ancora oggi, ha prodotto con il suo lavoro. Dall'attenzione alle indagini patrimoniali, allo sguardo alla cooperazione internazionale, fino alle strutture che fanno indagini e contrasto alla criminalità organizzata, come la Dna e le Dda distrettuali. Sono queste eredità che dobbiamo continuare a salvaguardare".

Fonte: Agi

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Matteo Messina Denaro, il boss di Cosa nostra l'ultimo latitante stragista


Chi ha ucciso Giovanni Falcone

Giovanni Falcone. E il capo di Michele Santoro cosparso di cenere
di Saverio Lodato

Strage di Capaci, Di Matteo: ''Necessaria lotta a sistemi criminali integrati''

Strage di Capaci: tra pretesa di verità e ipocrisia
di Lorenzo Baldo

Capaci, Falcone e l'importanza di un'''intelligenza collettiva''
In occasione del 29° anniversario della strage una webinar con Stefania Limiti, Alfredo Morvillo e Brizio Montinaro

Luca Tescaroli: nel biennio 1992-1994 si sfiorò il colpo di Stato in Italia

Strage di Capaci. Ingroia: ''Mandanti esterni ancora impuniti''

Salvatore Borsellino: ''Istituzioni e politica non stanno facendo nulla per la ricerca della verità''

Il giudice ucciso dai boss nell'attentato del 1992 lottò sempre per una magistratura indipendente
di Francesco La Licata

Memoria Falcone, Grasso: ''Evitare che il mafioso torni a comandare fuori dal carcere''

Memoria Capaci, Mattarella: ''Mafia esiste ancora. O si sta contro o si è complici''

Luca Tescaroli: nel biennio 1992-1994 si sfiorò il colpo di Stato in Italia

Strage di Capaci. Ingroia: ''Mandanti esterni ancora impuniti''

Mafia e Stato, Riina a Cancemi: “Se quelli lo sanno è finita…”

I buchi neri della strage di Capaci e i mandanti esterni (che ci sono)

Strage di Capaci, accertamenti sui guanti trovati nel cratere

Dietro le stragi di Capaci e via d'Amelio

Andrea Purgatori presenta ''Atlantide - Dopo Capaci''

Lodato racconta le ''Mani esterne'' dei delitti di mafia

Capaci, fine storia mai: assassinio Falcone, non solo mafia!

Di Matteo: strage di Capaci probabilmente eterodiretta da entità esterne alla Mafia

Atlantide racconta ''Capaci: le verità nascoste''

Strage di Capaci. Muri, ma non solo

Strage di Capaci, Stefania Limiti: ''Non solo mafia, operarono altri apparati''

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy