Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
Il Comitato sulla trattativa Stato-Mafia, che ha già iniziato la sua attività di inchiesta, domani si recherà presso la Procura di Firenze. Il comitato istituito dalla Commissione parlamentare antimafia è guidato dal Senatore M5s Mario Giarrusso. Inoltre ne fanno parte anche l’ex procuratore nazionale antimafia, Pietro Grasso e l’ex ministro della Giustizia Andrea Olrando.
Nel 2017 la Procura ha iscritto nel registro degli indagati l’ex premier Silvio Berlusconi e il co-fondatore di Forza Italia Marcello Dell’Utri (già condannato a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa e a 12 anni nel processo di primo grado sulla Trattativa Stato-Mafia) all’interno dell’inchiesta sui mandanti occulti delle stragi mafiose del 1993, che colpirono Firenze (in via dei Georgofili), Roma (chiese di San Giovanni in Laterano e San Giorgio al Velabro), Milano (via Palestro), a Maurizio Costanzo a Roma in via Fauro e al pentito Salvatore Contorno. Già la scorsa settimana, come riferito dal presidente Nicola Morra, si era già recato alla Procura di Firenze il magistrato consulente dell’Antimafia Gianfranco Donadio per “procedere all'acquisizione di alcuni atti e al compimento di attività istruttoria”.

ARTICOLI CORRELATI

Stragi '93, Berlusconi e Dell'Utri indagati a Firenze

Stato-mafia: Berlusconi dietro le stragi del '93?

L'elisir di lunga vita di Silvio Berlusconi, indagato per stragi

Stato-mafia, il 3 ottobre si decide sulla testimonianza di Berlusconi

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy