Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
Arrestato anche il capo clan Antonio Di Maggio

A Palermo è in corso dalle prime luci dell'alba una vasta operazione condotta dalla Polizia di Stato contro i vertici della famiglia mafiosa di Carini. Gli agenti hanno arrestato 9 persone accusate, a vario titolo di associazione mafiosa e detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
Tra questi anche Antonino Di Maggio, ritenuto il vertice della famiglia mafiosa di Carini. Gli agenti della squadra mobile sono risaliti a lui grazie alle intercettazioni e alle dichiarazioni degli ultimi collaboratori che hanno iniziato a scoperchiare il vaso di Pandora sugli affari della cosca. A Carini negli ultimi anni sono stati messi a segno i più grossi sequestri di droga. Il nome del nuovo capomafia era emerso nel corso dell'operazione che aveva consentito l'arresto di Alessandro Bono, titolare di pompe funebri accusato di traffico di stupefacenti. Lo scorso anno nella zona industriale è stato fatto il più grosso sequestro di droga: 1470 chili di hashish che viaggiavano sui tir.
Dalle indagini è emerso inoltre come gli esponenti del clan di Carini avessero nelle mani il controllo dell'intero territorio utilizzando anche metodi estorsivi ad operatori economici della zona, i quali, prima di intraprendere qualsiasi attività economica, dovevano avere il lasciapassare dell'organizzazione criminale.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy