Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di Silvia Gissi*
Numerose le adesioni delle scuole per la 1° edizione dedicata all'urologo siciliano. Termine ultimo per iscriversi sarà il 30 novembre

È un’Italia unita, da nord a sud, quella proposta dal Concorso nazionale “Il fumetto dice no alla mafia”. Una prima edizione dedicata al giovane urologo Attilio Manca in cui a fare da padrona è la voglia di esprimersi dei ragazzi attraverso i loro linguaggi, emozioni e creatività. Ancora una volta una bella lezione dai giovani capaci di dimenticare le differenze, se così si possono chiamare, tra mezzogiorno e settentrione, capaci di unire l’Italia con i loro disegni che grideranno “no alla mafia”, capaci di stupirci con i loro talenti e passioni. Il concorso ha già ricevuto numerosissime adesioni ed è ancora destinata a raccoglierne: termine ultimo delle richieste sarà il 30 novembre. I volontari dell’associazione Peppino Impastato e Adriana Castelli hanno il sogno delle 100 iscrizioni, obiettivo ora più che mai non impossibile da raggiungere.

Link degli istituti che hanno aderito: premioattiliomanca.blogspot.com

*Associazione "Peppino Impastato e Adriana Castelli" - Milano

ARTICOLI CORRELATI

Il fumetto dice No alla Mafia: prima edizione 2019/2020 ''Premio Attilio Manca''
(8 luglio 2019)

Il fumetto dice No alla Mafia: prima edizione 2019/2020 ''Premio Attilio Manca''
(3 ottobre 2019)

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy