Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di Maria Rosaria Ingenito Gargano*
Presidente Mattarella,
la nomina di Cantone a Procuratore della Repubblica di Perugia, è eticamente discutibile, - atteso che lo stesso ha svolto un incarico affidatogli dalla politica - e, pertanto, VA REVOCATA, nell’esercizio del potere di autotutela.

Ciò per poter segnare una svolta nella materia tanto dibattuta, anche alla luce degli scandali emersi sulla vicenda Palamara, CONSIP e non solo.

Noi ci aspettiamo dal Presidente della Repubblica un segnale forte, che inverta la rotta di una tendenza che troppo spesso ha avversato magistrati che hanno operato nel pieno rispetto della Costituzione, a cominciare da Falcone, Borsellino, ora Nino Di Matteo e non solo.

Il tutto è avvenuto in passato in sinergia con altrettante analoghe perverse logiche che hanno mietuto altre vittime innocenti, come il Prefetto DALLA CHIESA, i nostri colleghi delle scorte, giornalisti, politici e quanti hanno pagato un caro prezzo per non essersi asserviti a logiche aberranti che, purtroppo, ancora oggi regnano indisturbate.

*Il Segretario nazionale dell’Unadir

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy