Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

daphne caruana galizia manif da repa cura di Republika
Questo pomeriggio, un numero di persone riunite di fronte al Grande Assedio commemorativo ha minacciato alcuni attivisti che conducevano una protesta pacifica mettendo fiori e candele davanti al Memoriale in ricordo della giornalista Daphne Caruana Galizia.
A un certo punto due persone hanno aggredito una delle persone che protestava, le hanno strappato il telefono dalle mani, l'hanno buttato per terra e l'hanno rotto. Un rapporto della polizia è stato presentato su questo incidente alla stazione di polizia di La Valletta.
Una delle due persone può essere vista in questo filmato.
Repubblika condanna senza riserve, aggressioni, minacce e insulti di persone che non possono tollerare una protesta pacifica su una questione su cui non sono d'accordo. Questa è ormai diventata un'abitudine quotidiana da parte di persone che sembrano essere coordinate e inviate a intimidire i manifestanti.
Come dichiarato più volte dalla polizia, la protesta davanti al Grande Memoriale d'assedio che chiede giustizia per Daphne Caruana Galizia e per il suo giornalismo è nel pieno rispetto della legge.
Il diritto di protestare non solo non deve essere attivamente schiacciato dal governo. Espressione libera significa che il governo ha il dovere di proteggere coloro che protestano in conformità con la legge.
Se il governo non protegge il diritto di protestare, è esso stesso a schiacciare il diritto alla libera espressione.
Repubblika non capisce come i fiori e le candele siano considerati un atto di provocazione mentre l'assalto fisico, l'insulto e l'intimidazione fisica sono considerati giustificati. La polizia non può rimanere neutrale di fronte a questo. Ricordiamo alla polizia il suo dovere di proteggere le proteste gratuite.

Guarda il video su manueldelia.com

ARTICOLI CORRELATI

Omicidio #DaphneCaruanaGalizia: cerchiamo i mandanti

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy