Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

niceta angelo 500 2L’Avv. Rosalba Vitale, legale di Angelo Niceta, ha reso oggi noto che la Commissione Centrale del Ministero dell’Interno in data 12/7 ha deliberato il trasferimento provvisorio in località protetta per Angelo e i suoi familiari con trattamento da Testimoni di Giustizia e che il trasferimento è stato eseguito nella giornata di ieri.

“Facendo seguito alle precedenti dichiarazioni da me rilasciate – scrive l’Avv. Vitale – ho il piacere di comunicarvi che anche la Commissione Centrale del Viminale ha deliberato.

Nella seduta del 12.07.2017 la Commissione Centrale ha disposto l’esecuzione del programma provvisorio di protezione per Angelo Niceta e i suoi congiunti deliberando il trasferimento in località protetta con trattamento previsto per i testimoni di giustizia, eseguito nella giornata di ieri.

Angelo e la sua famiglia si trovano nel luogo prefissato e le condizioni sembrano allo stato essere buone.

Siamo pienamente soddisfatti dal risultato raggiunto e riteniamo che la protezione per Angelo Niceta debba essere massima considerato che ben Quattro Procure esaminati gli atti ed acquisiti gli ulteriori elementi di valutazione hanno in data 03.07.2017 proposto l’ammissione ed espresso parere favorevole al programma di protezione in qualità di testimone di giustizia per il sig. Niceta.

Bene, il caso rimane senz’altro aperto fino alla definizione dell’iter – continua Rosalba Vitaleed attendiamo le opportune risposte scritte da parte dei due rami del parlamento per le interrogazioni a risposta scritta che sono state presentate. Ricordiamo che la petizione è ancora attiva.

Ringrazio il Comitato dei Cittadini e “La Città Invisibile”, tutti i volontari e i genitori che si sono mobilitati per Angelo Niceta, e soprattutto Angelo stesso e i suoi familiari per il sacrificio che in nome della verità e giustizia affrontano quotidianamente”.

Il Comitato dei Cittadini prende atto con soddisfazione dell’evoluzione degli eventi nella giusta direzione del riconoscimento dello status di Testimone di Giustizia per Angelo Niceta e dell’attivazione, benché tardiva, delle misure di protezione per lui e la sua famiglia. Vigileremo con la massima attenzione affinché l’iter si concluda con la massima celerità nell’unico modo possibile con la deliberazione definitiva da parte della Commissione Centrale del Ministero dell’Interno e continueremo, in ogni caso, a chiedere alle Istituzioni competenti spiegazioni circa le gravi inadempienze del passato.

Il Comitato dei Cittadini per Angelo Niceta

Ti potrebbe interessare...

Armi di distrazione di massa

La guerra è un affare, firmato Ue

''La Memoria Collettiva'' non si condanna

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos