Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

agostino flora c edsdi Flora Agostino*
'Se Attilio fosse mio fratello' …... Attilio è mio fratello!!! … credo che tutti i presenti lo considerino  come  proprio fratello, lo avete dimostrato con la vostra presenza oggi.
Questa famiglia l'ho subito considerata un po' mia, in Gianluca ho rivisto la sofferenza di chi perde un fratello, in Angela ho rivisto lo stesso dolore atroce che ha provato mia madre per la perdita del proprio figlio e negli occhi di  Gino ho rivisto la stessa sofferenza che ha provato  mio padre.
In loro  rivedo il dramma che abbiamo vissuto noi con la morte di mio fratello, mia cognata e il bambino mai nato.
Rivedo in loro la stessa sete di verità e giustizia che a gran voce noi richiediamo da ben 27 anni, la stessa forza di volontà  che abbiamo avuto noi, a non fermarsi a quanto detto subito dopo la morte.
Rivedo in loro la stessa speranza che qualcosa si stia scoprendo per poter ridare dignità ai nostri cari.
E noi continueremo, a camminare a loro fianco finché non verrà fatta luce su questo terribile omicidio, sia come familiare sia come Referente regionale della memoria di Libera.

Il settore Memoria di Libera si occupa di tutte le attività necessarie a mantenere vivo il ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Ricostruire e diffondere le loro storie, associando ai nomi un volto, significa sia salvaguardare il loro diritto al ricordo che assolvere il nostro dovere sociale di fissarli nella memoria collettiva, sottolineando la dimensione pubblica di questi drammi privati. In quest'ottica ci prefiggiamo di rompere l'isolamento dei loro familiari ma anche offrire esempi alle nuove generazioni perché tragedie così non accadano più.
Vittime delle mafie non sono solo le persone uccise dalla violenza criminale, ma anche i loro congiunti. Per questo, obiettivo del Settore Memoria è non solo tutelare la memoria di chi non c'è più, ma anche camminare al fianco dei loro familiari, organizzando momenti di confronto e formazione, sostenendo la loro ricerca di giustizia, promuovendo strumenti di sostegno più soddisfacenti, affinché siano tutelati i diritti di chi continua a vivere nel dolore.

* intervento letto in occasione della manifestazione "...e se Attilio fosse tuo fratello?"

Ti potrebbe interessare...

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos