Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

06La presentazione
da Repubblica - Palermo - 6 dicembre 2014
Molte delle donne della sua vita sono stampate su un foglio di carta, perché per molto tempo sono state amiche in carne e ossa: e ieri sera parecchie riempivano gli spazi della libreria Modusvivendi, dove Letizia Battaglia, fotografa, ha presentato il suo nuovo libro, “Diario” pubblicato da Castelvecchi Editore, sorta di regesto di vita, incontri e immagini dove le parole e le fotografie si inseguono con lo stesso ritmo incessante che caratterizza la vita e gli impegni della fotografa italiana più celebre. «Cosa è la fotografia? - dice Letizia Battaglia - salvezza e verità».
Accanto alla fotografa, che a marzo compirà ottanta anni e tiene testa a tutti come una quattordicenne - e che non manca di ricordare pubblicamente la mancata realizzazione della Scilla di fotografia da lei proposta ai Cantieri, ormai tre anni fa - ci sono Franca Imbergamo, sostituto procuratore della Dna, l’amica di sempre Simona Mafai, con la quale da trenta anni divide passioni e impegno - «ci siamo conosciute in consiglio comunale, eravamo le comuniste» - ricordano insieme, e i tantissimi amici che affollano la libreria per la presentazione.


Che è l’occasione per incontrare Letizia, sempre più impegnata in giro per il mondo per presentare mostre, libri, incontrare i giovani e parlare loro di legalità, valori, etica. E di fotografia, vissuta come elemento di vita, d’incontro, di scontro e necessità imprescindibile. Il racconto mischia gli anni più bui e insanguinati, le bambine, amatissime icone di purezza, le corse sul luogo del delitto insieme a Franco Zecchin, ai tempi de L’Ora, e la trasformazione di quelle stesse immagini, a distanza di anni, ora esposte nelle gallerie. E termina con il racconto di fidanzati, amiche, matrimoni e tutta l'energia positiva di Letizia.

LA RECENSIONE DEL LIBRO: Diario

Tratto da: La Repubblica - Palermo del 6 dicembre 2014

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy