Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

balcone-letizia4-webLa solidarietà al pm condannato a morte da Totò Riina sui balconi di tutta Italia 
“Uno striscione a sostegno di Nino Di Matteo e di tutto il pool antimafia di Palermo sul balcone di casa tua. Aderisci all'iniziativa a partire da Lunedì 24 Febbraio esponendo lo striscione con su scritto:
SIAMO TUTTI NINO DI MATTEO, oppure STIAMO TUTTI CON NINO DI MATTEO.
Poi pubblica la tua foto su questo gruppo facebook. Non lasciamoli soli. Uniti si può

Con queste poche parole, in una sorta di moderno tam-tam, il gruppo piemontese delle “Agende Rosse” di Salvatore Borsellino ha fatto partire una vera e propria mobilitazione popolare in sostegno di Nino Di Matteo. La condanna a morte rivolta dal capo di Cosa Nostra, Totò Riina, al pm di punta del processo sulla trattativa Stato-mafia, echeggia ancora nell’etere. Tante sono le iniziative che si stanno balcone-letizia5-webmoltiplicando da Sud a Nord per mantenere alta l’attenzione sul reale pericolo di nuove stragi: presidi, scorte civiche, sit-in, marce e fiaccolate. Ecco allora che a distanza di oltre 20 anni dal biennio stragista, da Torino a Palermo tornano i lenzuoli appesi ai balconi. Ed è proprio nel capoluogo siciliano, teatro di tanti lutti, che la fotografa palermitana Letizia Battaglia, testimone diretta di tante tragedie, ha voluto esporre il proprio lenzuolo insieme ad altri suoi concittadini. A tutti loro si sono uniti uomini e donne di tutte le regioni della nostra penisola che hanno risposto all’appello in difesa del magistrato più esposto del nostro Stato. Uno Stato che ancora non gli mette a disposizione il dispositivo bomb-jammer per proteggerlo dal rischio attentati, in una delirante farsa di promesse mai mantenute. Ma ora non c’è tempo da perdere. La parte sana di questo Paese non intende aspettare nuovi funerali di Stato balconi-per-Di-Matteo-webper scendere nuovamente in piazza. Le iniziative di solidarietà nei confronti di Nino Di Matteo e del pool che indaga sulla trattativa sortiscono l’effetto di proteggere quegli stessi magistrati isolati e sovraesposti dalla parte collusa del nostro Stato. Un lenzuolo appeso ad un balcone può contribuire a spezzare quell’isolamento e quella sovraesposizione; diventa una pretesa – forte e decisa – del dispositivo anti-bomba che può salvare la vita al magistrato e agli uomini della sua scorta. Ma soprattutto fa in modo che 22 anni non siano trascorsi invano.
di AMDuemila - 25 febbraio 2014

Aderisci all’iniziativa: Clicca qui!

ARTICOLI CORRELATI

Mettete sul balcone uno striscione per Nino Di Matteo

"Scorta civica" per i pm minacciati dalla mafia

Presidio alla Prefettura: subito il “bomb jammer” per Di Matteo!

Stato-mafia: minacce a Nino Di Matteo, chi c’è dietro Totò Riina? La società civile si mobilita

Ti potrebbe interessare...

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy