Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Dopo i recenti arresti per tentata estorsione eseguiti dalla Polizia ad Agrigento, condivido l'appello del dirigente capo della Squadra Mobile Giovanni Minardi che invita imprenditori e commercianti a collaborare con lo Stato denunciando i loro aguzzini. Le parole del vice questore aggiunto giungono in un periodo che, in Provincia di Agrigento, registra un netto calo delle denunce per estorsione. Per un imprenditore taglieggiato, fidarsi dello Stato dovrebbe essere priorità per vedere tutelati i propri diritti da cittadino e da datore di lavoro, purtroppo, e la mia storia è un caso eclatante, lo Stato non sempre assume comportamenti degni di fiducia. Dopo la mia scelta di legalità, ho dovuto sfidare  non solo la mafia ma anche un sistema omertoso che, nello Stato stesso, ha quasi vanificato ogni sforzo compiuto. Più volte ho denunciato pubblicamente di essermi sentito abbandonato dalle istituzioni, per anni ho dovuto lottare per avere accesso agli atti legati alla mia vicenda, documenti che non mi venivano forniti perchè inizialmente secretati ma che poi, hanno dimostrato come certe branche dello Stato stavano trattando con imperizia la mia delicata situazione. Ribadisco che condivido l'accorato appello del capo della Mobile di Agrigento a denunciare ma allo Stato rivolgo due interrogativi, e per il dopo? Farete in modo di evitare agli altri testimoni di giustizia lo stesso calvario che ho dovuto affrontare io?

Foto © Imagoeconomica

Ti potrebbe interessare...

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos