Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Mediterraneo Centrale: dopo aver chiamato senza risposta le autorità libiche, la nave OceanViking della ong SOS MEDITERRANEE chiede porto sicuro a Malta e Italia per i 373 persone soccorse in 4 operazioni.
Tra loro oltre 100 minori non accompagnati e decine di bambini sotto i 15 anni, una ventina tra gli 0 e i 4. Una donna incinta all'ottavo mese con gravidanza a rischio evacuata d'urgenza in Italia. Il marito rimasto in Libia.
Lunedì 25 la nave sbarcherà ad Augusta circa 120 minori mentre gli altri 250 saranno trasbordati su nave quarantena.
Un'altra barca è stata intercettata dal mercantile italiano AssoTrenta vicino alle piattaforme petrolifere al largo della Libia. La nave si avvia in Sicilia per lo sbarco.
Intanto dalla Libia erano partite alltre imbarcazioni. Un paio tornate indietro perché troppo in difficoltà per andare avanti: a bordo circa 200 che speravano di non mettere mai più piede in Liboa.
Un'altra imbarcazione semi affondata sarebbe stata intercettata da una motovedetta libica che riportato indietro circa 80 persone. Ci sarebbero 17 naufraghi. L'ipotetica è d'obbligo data la difficoltà di ottenere informazioni.
Nel mondo parallelo dell'umanita migrante, continua il peregrino e disperato movimento verso chissà dove e chissà come...

Tratto da: facebook.com/angela.caponnetto.54

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy