Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
Intervistato da "Immagina" per le commemorazioni di Capaci

"Il problema è che la mafia si relaziona con il potere, e questo purtroppo accade ancora. Se fosse solo una partita a chi spara di più lo Stato vincerebbe, ma il fatto è che i mafiosi sono più avanti di noi nel capire il business. Non si tratta solo della politica, oggi la mafia entra negli affari senza dover neanche minacciare". Con queste parole il giornalista, ed oggi senatore del Gruppo Misto, Sandro Ruotolo, è intervenuto in un'intervista pubblicata dal sito 'Immagina'. Un intervento in cui analizza il periodo stragista sottolineando quanto la ferita sia ancora aperta. "È proprio perché la ferita è aperta che l'emozione per quella strage è ancora così forte. E poi c'è un problema di memoria - ha ribadito - Ricordiamoci che un Paese senza verità non ha futuro, ed è per questo che sentiamo tutto ancora in maniera così viva, perché la verità non c'è ancora. C'è una verità giudiziaria, che però non è tutto, perché manca la verità storica".
Ruotolo ha poi parlato anche dei pericoli che oggi vi sono di fronte ad una mafia che non viene percepita allo stesso modo: "Oggi ha messo radici, non è più la mafia delle stragi ma non perché l'abbiamo sconfitta. I soldati che compirono quegli atti orrendi sono in galera, ma non è vinta". Poi ha aggiunto: "Oggi al Nord c'è invece una grande sottovalutazione perché lì la mafia non spara. Solo che poi ai processi scopri che incendiano i mezzi meccanici e che volevano uccidere una collega di Venezia. La vera emergenza è al Nord, perché lì la mafia è entrata nelle imprese e si sciolgono consigli comunali anche in Valle D'Aosta. È una mafia diversa, con la 'ndrangheta che muove 40 miliardi all'anno con il traffico di stupefacenti in tutta Europa e pulisce i soldi nell'agroalimentare e nel turismo. E oggi insieme ai soldi per l'emergenza Covid, è arrivata la paura che la criminalità possa metterci sopra le mani, per questo è giusto sburocratizzare ma senza perdere il controllo".

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

In memoria di Giovanni Falcone

Don Luigi Ciotti sulla strage di Capaci

Tescaroli: ''A Capaci un atto terroristico-eversivo in una logica più ampia''

Anniversario strage di Capaci, interventi del pm Giuseppe Lombardo

La strage di Capaci e la lotta alla mafia

Strage di Capaci: il minuto di raccoglimento davanti all'albero Falcone

Giuseppe Costanza, autista di Falcone: ''Stufo delle solite passerelle''

Giovanni Falcone: politica corrotta e toghe sporche per ricordarlo. Indegnamente

Strage Capaci, Ingroia: ''L'Italia non è stata all'altezza del sacrifico di Falcone''

#StragediCapaci: l'essenza di un anniversario

Ignazio Cutro': ''Lo Stato dimentichi. Non vogliamo altri martiri''

Il pm Tescaroli: ''Non dimentichiamo la strage di Capaci''

Educazione alla legalità ed educazione antimafia

La rabbia di Vincenzo Agostino: ''Colletti bianchi non vi perdono''

Capaci, fine storia mai: assassinio Falcone, non solo mafia!

Capaci, Tartaglia: ''Nonostante emergenza Covid-19 il mio cuore va all'Albero Falcone''

Capaci, Di Matteo: ''Perseguire verità per dare un volto a chi concepì strage insieme ai mafiosi''

Strage di Capaci, Di Matteo: ''Csm si metta alle spalle pagine oscure''

Lodato: ''Menti raffinatissime? Falcone mi fece il nome di Bruno Contrada''

Quando Giovanni Falcone lanciò l'allarme sulle Menti Raffinatissime

Di Matteo: strage di Capaci probabilmente eterodiretta da entità esterne alla Mafia

Saverio Lodato: Giovanni Falcone mi chiamò per raccontarmi delle Menti Raffinatissime

''Per questo mi chiamo Giovanni'': il romanzo che racconta la storia di Falcone ai ragazzi

Video - Giovanni Falcone e la strage di Capaci: vogliamo la verita'

23 maggio 1992-23 maggio 2020, nel sangue dei martiri il fiore della speranza

Strage Capaci: per fare memoria tornano i lenzuoli ai balconi

Capaci: G. Foti (Sos Impresa-Rete per la Legalita'), la lotta alla mafia si fa adottando comportamenti virtuosi

Strage di Capaci, de Raho: ''Utilizzare metodo Falcone per lotta a mafie transnazionale''

Strage di Capaci: il 23 maggio di Aida Satta Flores dedicato alle vittime con la III edizione (online) de ''Il profumo dei limoni''

Gabrielli: ''Non abbassare la guardia nella lotta alla mafia, minaccia ancora esistente''

Strage Capaci: de Raho, ''Falcone e Borsellino sono modelli''

I tasselli mancanti di verità nella strage di Capaci: 30 Minuti con... Stefania Limiti

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy