Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

mutolo gaspare video 610di Gabriele Romagnoli - Video
La prima cosa bella di venerdì 27 settembre 2019 è un appello antimafia, ma molto particolare. Lo ha rivolto il collaboratore di giustizia Gaspare Mutolo, oggi noto anche come pittore, durante la presentazione a Palermo della sua biografia, scritta da Anna Vinci. Mutolo, che era collegato telefonicamente da località imprecisata, ha ricordato la parte avuta dalla moglie, ora scomparsa, nel suo pentimento e si è rivolto: "A tutte le mogli, le madri, le figlie dei mafiosi, alle donne siciliane disposte a fare tutto per gli uomini che amano. Convincete i vostri mariti, figli, genitori a lasciare la mafia per tornare a essere persone libere, che amano il prossimo e in questo modo ritroverete, voi e loro, la tranquillità e la pace interiore. Il ruolo della donna è importante, se voi vi decidete a far cambiare i vostri uomini, potete riuscirci. Convinceteli!". Quando Rosaria Schifani, vedova di un agente della scorta di Falcone, si rivolse agli uomini di mafia dicendo: "Vi perdono, ma inginocchiatevi!", non funzionò. Forse ha ragione Mutolo nel provare quest'altra strada. E sarebbe una cosa bella se valesse anche per le mogli dei corrotti, le mamme dei bulli, le figlie di tutti gli uomini che possono ancora tornare a casa dal buio.

Tratto da: La Repubblica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy