Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

video patrizia mancinidi Gianfranco Mancini - Video
Riportiamo di seguito il "Diario" del Don Chisciotte dei Sibillini, alias Gianfranco Mancini, pubblicato sulla sua pagina facebook. "Diamo voce alla montagna ferita", scrive Mancini mentre intitola il suo post con parole chiare: "LA VITA LENTAMENTE RITORNA A USSITA – AREA SAE / VALLAZZA- FORAPEZZA, storie raccolte nella terra tremante". Questa volta è Patrizia Vita a raccontare la sua rinascita dopo essere stata tra quei pochissimi "resilienti" rimasti a Ussita dopo il terremoto del 2016 per lanciare un segnale forte. Patrizia oggi, dopo un anno e mezzo vissuto nel camper, ha una sua nuova casetta, un lavoro e tanta voglia di tornare a vivere appieno la vita. Che su queste montagne appare ancora più bella.


Diario 2018, pagina 14

Qualche giorno fa, vado a Ussita per incontrare Patrizia Vita, che da pochi giorni ha preso possesso della sua casetta, a Vallazza una frazione di Ussita nell'area SAE Forapezza, dopo aver vissuto per un anno e mezzo in camper. Ho conosciuto Patrizia Vita nel novembre 2016 attraverso amici comuni, Andrea Braconi e Luca Terence Tombesi, quando andavamo a portare i primi aiuti ad allevatori e non solo. Ci siamo incontrati per la prima volta a Visso e da quel giorno Patrizia è stata per me un grande punto di riferimento, dopo aver deciso di dare senso questo mio vagare, fra la terra tremante. Grazie a Patrizia, ho conosciuto persone straordinarie sia a Ussita che in altre realtà colpite dal terremoto. E’ stata ed è, la mia guida insieme ad altri amici che mi stanno aiutando in questo mio viaggio nel cratere e grazie loro ho raccolto testimonianze, siano esse fotografiche, che video dove le persone si lasciano andare raccontando i disagi che questo terremoto ha provocato. Appena arrivo nell'area SAE, mi ritrovo all'interno di un nuovo “ borgo “ dove il monte Bove domina su tutto. La sae di Patrizia si trova lungo un vialetto dove le casette si guardano una di fronte all'altra. Gli abitanti rientrati dopo un lungo vagare, si riaffacciano e si salutano con un sorriso un po’ smarrito. . Avrei voluto abbracciarli tutti e far sentire loro che non si devono lasciar andare, adesso rincomincia una nuova storia. Vedo Patrizia all'uscio che mi aspetta e dopo un abbraccio, mi racconta di questa nuova sistemazione.
Don Chisciotte

Guarda il video: facebook.com/donchisciotte08/videos/10204353458632352

Tratto da: facebook.com/donchisciotte08

Pagina facebook di Gianfranco Mancini

ARTICOLI CORRELATI

Dopo il terremoto: i ''resilienti'' di Ussita

#RipartidaiSibillini: la forza di una foto

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy