Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

gioia tauro portodi Piero Innocenti
Iniziato a Montecitorio un paio di giorni fa e subito rinviato a settembre l’esame del disegno di legge sulla legalizzazione della cannabis, proviamo a fare qualche considerazione sull’andamento del mercato illecito degli stupefacenti partendo dai dati elaborati mensilmente dalla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga del Dipartimento della Pubblica Sicurezza sull’attività di contrasto svolta dalle forze di polizia e dalle dogane. L’ultimo rapporto è del 26 luglio scorso e riporta i dati provinciali riepilogativi (direi abbastanza stabilizzati) del mese prima tra cui quello, a mio parere più significativo, del sequestro record del 2016 di piante di cannabis: ben 48.238. Un numero, probabilmente, destinato a essere superato a luglio stando alle molteplici operazioni antidroga svolte o in corso che hanno portato, già a metà mese, al sequestro di diverse migliaia di piante di marijuana. Scoperte di piccole serre in casa o di più estese colture nei campi – in molti casi vere piantagioni – fatte dalla polizia di stato e dai carabinieri nel mese di giugno in ben 52 province italiane , con quella di Siracusa in cima alla graduatoria provvisoria (17.917 piante), seguita da Trapani (11.407), Napoli (6.042), Reggio Calabria (2.718), Catanzaro (2.640).Non c’è dubbio che si va registrando un incremento delle colture domestiche di marijuana , curate, in parte da singoli cittadini, giovani e meno giovani, che le praticano sia per uso ricreativo che terapeutico ed in parte controllate da piccoli gruppi di trafficanti locali che mirano solo al profitto dalla vendita della droga. C’è, poi, chi sta facendo esperienza nel settore prevedendo, se dovesse essere legalizzata la cannabis, l’avvio di attività imprenditoriali così come è accaduto già in alcuni Stati americani. C’è, infine, chi sta investendo anche nell’acquisto di terreni agricoli da utilizzare per seminare, al momento giusto, semi di cannabis.
I 1.797, 639kg di stupefacenti complessivamente sequestrati a giugno rappresentano il valore più basso del corrente anno così come le 1.351 operazioni antidroga. Hashish e marijuana, rispettivamente con 965,738kg e 382,315kg, sono, come sempre, la parte maggioritaria dei sequestri che hanno registrato i quantitativi più rilevanti a Cagliari (513,399kg), Reggio Calabria (241,650kg), Milano (141,244kg), Varese (113,615kg) e Genova (84,560kg).
Nella provincia di Reggio Calabria sono stati sequestrati 238kg di cocaina dei 379,908 intercettati su tutto il territorio nazionale (il porto di Gioia Tauro si conferma il punto nodale degli arrivi dal Sud America). Quantitativi consistenti di cocaina trovati anche a Milano (47,031kg), a Roma (22,332kg), Como (12,284kg), Catania (12,816kg), Torino (10,889kg) e Varese (5,940kg). Modesto il quantitativo di eroina trovato in circolazione:19,106kg, di cui 5,750kg a Milano e 2,799kg a Padova e altrettanto contenuto quello delle amfetamine (1,195 kg in polvere e 75 dosi e 72 pillole di ecstasy). I 683 stranieri per delitti di traffico e spaccio denunciati alla magistratura – sul totale mensile di 1.887 – sono il valore più basso dei questo scorcio del 2016.
I mesi di luglio e agosto, solitamente, coincidono con un apprezzabile aumento del consumo di droghe, soprattutto nei luoghi di villeggiatura e, quindi, è prevedibile un aumento delle attività di polizia di prevenzione e giudiziaria finalizzate ad un controllo più stringente del fenomeno anche se la comprensibile paura collettiva per i ripetuti episodi di terrorismo avvenuti di recente in alcuni paesi dell’UE potrebbero dirottare le ridotte risorse umane delle forze dell’ordine in altri contesti.

Tratto da: narcomafie.it

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy