Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

turi-bari-vistadi Agende Rosse Bari - 9 marzo 2015
Venerdì 6 febbraio, anche il Consiglio Comunale di Turi (Bari), ha approvato all’unanimità, l'ordine del giorno a sostegno del pool antimafia, il pm Nino Di Matteo e gli uomini della sua scorta, richiesto dal Movimento delle Agende Rosse-Giuseppe Di Matteo ad alcune amministrazioni della Prov. di Bari.
Principale artefice del simbolico successo è stata la giovanissima Vice Sindaco e assessore alla cultura, Lavinia Orlando, difatti coerentemente alla sensibilità già mostrata, verso tematiche di legalità che affrontano problematiche generate dal crimine organizzato, si è personalmente occupata dell'iter burocratico in tutti i suoi processi.
Un’importante segnale in controtendenza agli assordanti silenzi delle più alte cariche dello Stato, giunge “dalla città della pace” famosa per le ciliegie ferrovie e per aver ospitato nelle sue prigioni, due grandi uomini che hanno segnato la storia d’Italia, come Sandro Pertini e Antonio Gramsci.

Il tutto a pochi giorni dall’esplosione di presunto stampo mafioso, una bomba carta che ha sfondato il muro di una sala giochi Altamura (BA), ferendo sette giovani, di cui tre sono in gravi condizioni, su cui ora la Dda con il pm Giuseppe Gatti ha già aperto un fascicolo per chiarire quando accaduto. Mentre a Palermo il clima di tensione attorno al pm Di Matteo continua a salire, preoccupanti sono infatti le testimonianze di alcuni bambini di un circolo tennis di Palermo saltuariamente frequentato da Nino Di Matteo. I ragazzi raccontano di misteriosi uomini armati con fucili di precisione, presenti all’ingresso secondario del TC 2.
Un Odg non fine a se stesso quindi, ma che segna solo l’inizio del rapporto di collaborazione tra il Comune di Turi e il Movimento fondato da Salvatore Borsellino nella Provincia barese.
Altre iniziative mirate alla lotta contro le mafie, sono intanto previste per i prossimi mesi, come ai nostri microfoni evidenzia Lavinia Orlando, annunciando la presenza di Giovanni Impastato a Turi per il mese di Maggio. Un’iniziativa che porterà la testimonianza del fratello di Peppino presso istituti scolastici e all’inaugurazione di una strada intitolata all’eroe di Cinisi, di cui già mesi fa, l’amministrazione turese aveva approvato la proposta.
Soddisfazione anche da parte del coordinatore provinciale delle Agende Rosse, Savino Percoco che ringrazia tutti gli addetti ai lavori di maggioranza e opposizione ed in particolare la Orlando e il Sindaco Domenico Coppi per il sincero impegno intrapreso.
Prosegue intanto l’iniziativa nel territorio barese, dove in alcuni Comuni sono già state consegnate le documentazioni, augurandoci che la città di Bari possa al più presto dare l’esempio più grande.

Ti potrebbe interessare...

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos