Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

“Durante una simulazione di volo sono stato abbattuto da un aereo pilotato dall’AI”, ha rivelato Fang Guoyu, comandante dell’ aviazione dell’esercito cinese.
Lo si legge sul quotidiano dell’esercito della repubblica popolare, PLA daily, che descrive come nella prima simulazione sia stato il pilota in carne ed ossa a vincere ma, subito dopo, avendo appreso le strategie appena subite dal comandante Guoyu, l’AI ha rapidamente colpito e fatto precipitare il velivolo del pluristellato capitano di lungo corso.
“È come un pilota che eccelle nell’apprendimento, nell’assimilazione, nella revisione e nella ricerca”, ha affermato Guoyu Fang.
L’intelligenza artificiale applicata, oramai, è parte integrante degli eserciti di tutto il mondo. La prospettiva, ci spiegano gli esperti, è quella di eserciti composti da killer robotici con super poteri.
Un dettagliato rapporto del Center for Security and Emerging Technology (CSET) degli Stati Uniti mostra come quello che fino a dieci anni fa avrebbe potuto essere considerato fantascienza, adesso è cruda realtà.
Ne parliamo con la ricercatrice e autrice Enrica Perucchietti.

Tratto da:
casadelsole.tv

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy