Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.



Le immagini che qui vi mostriamo sono quelle di Hua Chunying, portavoce donna del ministero degli Affari Esteri cinese. Le parole non lasciano spazio a interpretazioni. “La Cina oggi non è l’Irak nè la Siria, per non parlare della vecchia Cina alla fine della dinastia Qing vulnerabile fino all’umiliazione. La Cina è onesta e retta”. Le parole della diplomatica hanno un chiaro significato: la Cina non starà più a guardare il vecchio Impero che crolla e non si farà più intimidire da nessuno. Per la portavoce del ministero cinese, la cosiddetta questione dello Xinjiang, per cui la Cina è stata sanzionata da USA ed Ue, è il classico complotto degli Stati Uniti per destabilizzare la Cina dall’interno. Hua ha riprodotto un video, che mostra Lawrence Wilkerson, capo di Stato maggiore dell’ex Segretario di Stato statunitense, Colin Powell, mentre spiega i perchè della presenza militare statunitense in Afghanistan, tra cui lo Xinjiang. 
Perchè? Lo vedremo in questo filmato.

Tratto da: casadelsole.tv

Ti potrebbe interessare...

TgSole24 - Non si torna indietro

TgSole24 - Scontro frontale

TgSole24 - Dalle fiabe alla catastrofe

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy