Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

20200511 il burattinaio americano degli assassini moroIl punto di Giulietto Chiesa
da
pandoratv.it - Video
A 42 anni dall’omicidio dell’onorevole Aldo Moro ripubblichiamo questo video di Giulietto Chiesa pubblicato su Pandora Tv nel 2016. Il giornalista riportava una notizia passata pressoché in sordina due anni prima (nel 2014) inerente la richiesta del procuratore generale di Roma Luigi Ciampoli, di procedere contro Steve Pieczenik, che nel 1978, anno della morte di Moro, era funzionario del Dipartimento di Stato americano inviato a Roma per “gestire” la crisi aperta del sequestro del presidente della Dc da parte delle Br. Nonché superconsulente per l’allora ministro degli interni Francesco Cossiga. Steve Pieczenik, scrive Pandora Tv, era il burattinaio americano degli assassini di Moro. Infatti, affermava il giornalista, "Pieczenik aveva reso noto pubblicamente di aver messo in atto una manipolazione strategica affinché Aldo Moro fosse ucciso”. Da questa figura secondo Giulietto Chiesa appare ancor più evidente il ruolo avuto dagli Stati Uniti d’America nel creare caos in modo da scongiurare il “pericolo” di un governo comunista in Italia e "stabilizzare il Paese". “Sono passati 38 anni, ma potremmo capire meglio i colpi di Stato che sono in atto in questo momento e le azioni terroristiche che stanno bombardando la scena europea se guardassimo con onestà alla storia del nostro paese” diceva Giulietto Chiesa.

Tratto da: pandoratv.it

Ti potrebbe interessare...

TgSole24 - Non si torna indietro

TgSole24 - Scontro frontale

TgSole24 - Dalle fiabe alla catastrofe

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy