Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di Aaron Pettinari
La Procura di Messina, guidata da Maurizio De Lucia, ha chiesto l'archiviazione per i due magistrati, Annamaria Palma e Carmelo Petralia, oggi rispettivamente avvocato generale dello Stato a Palermo e procuratore aggiunto a Catania, in merito al depistaggio dell'indagine sulla strage di via D'Amelio che aveva al centro la gestione del pentito Vincenzo Scarantino.
L'accusa nei loro confronti era di concorso in calunnia aggravata dall'avere favorito Cosa nostra. Si tratta del medesimo reato contestato ai tre funzionari di polizia già sotto processo a Caltanissetta: Mario Bo, Fabrizio Mattei e Michele Ribaudo.
Un anno fa ai due magistrati, così come alle persone offese dal reato (Cosimo Vernengo, Gaetano La Mattina, Gaetano Murana, Gaetano Scotto, Giuseppe Urso e Natale Gambino) la Dia di Catania aveva notificato un avviso per un accertamento tecnico irripetibile sulle cassette con le intercettazioni delle conversazioni del falso pentito della Guadagna, Vincenzo Scarantino, registrate durante il periodo in cui quest'ultimo era sottoposto al programma di protezione nei primi anni Novanta.
Elementi che sono finiti anche agli atti del processo in corso a Caltanissetta contro i poliziotti. I due magistrati facevano parte del pool che si occupò dell'inchiesta sull'attentato costato la vita al giudice Paolo Borsellino e agli agenti della scorta.
Il fascicolo d'indagine fu aperto su input dei colleghi nisseni che avevano trasmesso alla Procura messinese la sentenza del processo Borsellino quater in cui si dava atto dell'esistenza del depistaggio, mettendo nero su bianco che Scarantino era "stato indotto a mentire".

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Depistaggio via d'Amelio, Palma: ''Mai pensato a falsità di Scarantino''

Depistaggio via d'Amelio, Petralia racconta il pranzo con i funzionari Sisde

Pm Petralia vs Boccassini: ''Suo ruolo preminente in genesi collaborazione Scarantino''

Depistaggio via d'Amelio, indagati due magistrati che indagarono sull'eccidio

Depistaggio via d'Amelio: Dia conferma incongruenze telefonate e brogliacci

Depistaggio via d'Amelio, depositati i brogliacci delle intercettazioni Scarantino

Depistaggio via d'Amelio, depositate le trascrizioni delle telefonate Scarantino-pm

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy