Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

La rubrica di Saverio Lodato

La rubrica di Saverio Lodato

20201217 achair4assange 1150 hp

20201217 40 anni di mafia 1150 hp

quarantanni di mafia 312x mobile
quarantanni di mafia 312x mobile

 

Casa del Sole / Giulietto Chiesa

Impunità

 

di Giorgio Bongiovanni

Assolto Carnevale, assolto Andò, assolto Andreotti, assolto Musotto, e dopo...? In questo paese non è consentito condannare un politico o un personaggio troppo potente. Le prove non sono sufficienti. E’ vero che l’insufficienza di prove è sparita dal codice ed è stata acclusa all’articolo 530, comma 2, ma ciò non significa che sia sparito il suo significato. Infatti questi signori non sono stati assolti perché assolutamente innocenti senza il benché minimo dubbio, ma perché non c’erano abbastanza elementi per condannarli. Quindi  Andreotti si può permettere di incontrare Andrea Mangiaracina, latitante, capo mandamento di Mazara del Vallo e di spergiurare negando di conoscere due “uomini d’onore” appartenenti alla famiglia di Salemi, i cugini Salvo, e Carnevale può tranquillamente dire che Falcone e Borsellino erano «due cretini» e che «ancora cadaveri devono passare» e può arrogarsi il diritto di annullare 300 sentenze, molte delle quali per reati di mafia, per inezie. Di fatto siamo di fronte ad un’unica realtà: l’impunità dei potenti. Purtroppo siamo in pochi a leggere le motivazioni delle sentenze (in attesa di quelle non ancora uscite). Quindi si può essere collusi con i mafiosi e avere contatti poco raccomandabili, l’importante è essere ben protetti. Vorrei sapere come è possibile spiegare che quando numerosi “pentiti” accusano i loro boss come per le stragi di Capaci e di via D’Amelio, vengono creduti così come avviene se accusano funzionari dello Stato quali Contrada, ma se per caso parlano dei politici, improvvisamente, perdono la loro attendibilità. Allora questi illustri signori sono ancora più potenti dei boss? Difficile a capirsi. Per il momento è chiaro che i poteri occulti, la grande finanza, la massoneria deviata(?), i servizi segreti deviati (?), e la mafia hanno solo nuove maschere, la metodologia è la stessa degli anni ‘70-’80. Dovranno essere eliminati altri giusti? Ma fino a quando?

Video

  • All
  • "Non è L'Arena"
  • Antonio Ingroia
  • Bernardo Provenzano
  • Giovanni Brusca
  • Massimo Giletti
  • Matteo Messina Denaro
  • Nino Di Matteo
  • Salvatore "Totò" Riina
  • Video

Le recensioni di AntimafiaDuemila

POTERE MASSONICO

POTERE MASSONICO

by Ferruccio Pinotti

...

NON CHIAMATELI EROI

NON CHIAMATELI EROI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

...


IL SUPREMO

IL SUPREMO

by Andrea Galli, Giuseppe Lumia -

...


CONTRO!

CONTRO!

by Alessandro Di Battista

...


STEFANO. UNA LEZIONE DI GIUSTIZIA

STEFANO. UNA LEZIONE DI GIUSTIZIA

by Ilaria Cucchi, Andrea Franzoso

...

EUGENIO CEFIS

EUGENIO CEFIS

by Paolo Morando

...


ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy