Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

utd home deskpot 
 
20201217 40 anni di mafia 1150 hp

quarantanni di mafia 312x mobile

quarantanni di mafia 312x mobile

Opinioni

DÌ la tua

No alla mafia

pasolini-web00Sabato 2 novembre2013 alle ore 21.30 presso il Teatro Bi.Pop Zaccaria Verucci - Zona Rischio Casal Bertone in Via di Pietralatella s.n.c. – Roma, il Collettivo Internoenki presenta un racconto corale sulla morte di Pier Paolo Pasolini (foto) attraverso il lavoro d’inchiesta svolto dalle giornaliste Simona Zecchi e Martina Di Matteo e pubblicato nella rivista di inchiesta politica e cultura “I Quaderni de L’Ora” (Editrice Ila Palma – Micromedia).

“Che cos’è il cancro” chiedeva a Furio Colombo la sera prima di morire orribilmente all’Idroscalo di Ostia, Pier Paolo Pasolini. E ancora: ”Sembriamo persone che non vedono la stessa scena, che non conoscono la stessa gente, che non ascoltano le stesse voci. Per voi una cosa accade quando è cronaca, bella, fatta, impaginata, tagliata e intitolata. Ma cosa c’è sotto?” Dov’è, dove si nasconde il fatto nudo e crudo che sporca le strade di ogni giorno, e spiega i mille rivoli della realtà? Era questa la domanda che assillava Pasolini e che lo divideva nelle sue polemiche dagli amici scrittori (che in strada a cercare la realtà secondo lui non scendevano) e dai colleghi della stampa. Parte idealmente da quella domanda l’involucro che racchiude lo spettacolo dedicato all’intellettuale del ‘900 che l’Italia ha perduto. A quasi 40 anni dalla morte e a più di tre dall’apertura dell’ultima inchiesta giudiziaria da parte della Procura di Roma, la domanda che accompagna nel tempo il lavoro di indagine e inchiesta di diversi giornalisti e alcuni intellettuali resta sempre la stessa: chi ha ucciso e perché Pier Paolo Pasolini. Come “chirurghi che hanno il coraggio di esaminare tutto il tessuto” ci si è addentrati nelle maglie di quegli anni e quella Roma attraverso il lavoro delle giornaliste Simona Zecchi e Martina di Matteo, autrici dell’ultima inchiesta sul caso. E con i “ferri” dello stesso Pasolini, poi, vale a dire i suoi scritti e i suoi lavori cinematografici; di più toccando con mano il senso per lui del teatro che aveva espresso ne “Il Manifesto per un nuovo teatro”; ascoltando le “voci” di chi con lui ha amato e collaborato (Laura Betti e Oriana Fallaci) e dalle quali non sempre è stato capito. Se vi aspettate uno spettacolo (direbbe Pasolini) allora sappiate che spettacolo non è, ma il teatro è lo strumento e la poesia a volte sorprende la scena e il racconto tutto: poesia dei versi e della scena. Una serata tra testimonianza tout court, reading, proiezioni e racconto, con punte volte anche al dibattito, sulla scia del dubbio che è forse l’insegnamento maggiore che lo scrittore ci ha lasciato: non accettare verità precostituite che il potere (quello stesso potere che con molte probabilità lo ha ucciso) cercava e ancora cerca di imporre alla vista altrui. Lasciarsi guidare dal dubbio, percorrere più strade con uno schema e un senso però precisi. Una serata omaggio all’arte, alla sete di verità e alla sperimentazione che hanno contraddistinto il lavoro di Pasolini con l’amore e la serietà verso il nostro Paese che anche lui guidavano. Amore che si è perso, troppo presi a raccontare altro.


Partecipano:
Gli attori del “Collettivo Internoenki”:
GIANNI D'ADDARIO FLAVIO DOMENICI URBANO LIONE MONICA MARIOTTI MICHELA RONCI DONATO PATERNOSTER
Supporto alla cura dei testi: Martina Di Matteo e Simona Zecchi
Intervento di Silvio Parrello, supertestimone del caso Pasolini
Progetto a cura di Terry Paternoster e Monica Mariotti
Partecipazione di: Martina Di Matteo e Simona Zecchi
Mostra fotografica a cura di Emma Albarello
Direzione: Terry Paternoster
Inchiesta delle autrici Zecchi-Di Matteo tratta da “I Quaderni de l’Ora”, edizioni Ila
Palma-Micromedia, Palermo
Video a cura di Diego Zerbini e Giuliano Capozzi
Aperitivo: 20.30 / Inizio Spettacolo: 21.30

Le recensioni di AntimafiaDuemila

AL DI SOPRA DELLA LEGGE

AL DI SOPRA DELLA LEGGE

by Sebastiano Ardita

...


QUALCOSA CI INVENTEREMO

QUALCOSA CI INVENTEREMO

by Patrizia Maltese

...


NESSUNO ESCLUSO

NESSUNO ESCLUSO

by Sandra Rizza

...

MAFIA

MAFIA

by Antonio Balsamo

...


THE END 1992-1994

THE END 1992-1994

by Andrea Spiri

...

FRANCESCA

FRANCESCA

by Felice Cavallaro

...


ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy