Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Rubriche Saverio Lodato Nino Di Matteo: vince l'Antimafia Dura e Pura

Nino Di Matteo: vince l'Antimafia Dura e Pura

lodato dimatteo web2di Saverio Lodato
È una notizia curiosa che chiude il 2016 e apre il 2017. Nino Di Matteo è incoronato Il Siciliano dell'anno. Finalmente una buona notizia nel mare di guai in cui siamo costretti a galleggiare. Stravince l'Antimafia Dura e Pura. Quella che non si arrende e non si inciucia. Quella che ha capito da tempo che non serve sparare ai passeri, perché é necessario alzare il tiro molto più in alto. Quella che non rinuncia a mordere i polpacci a quegli uomini delle istituzioni che da oltre mezzo secolo vanno a braccetto con Cosa Nostra e mafie similari. Quella, insomma, che si fa largo nelle fredde aule di giustizia, più che negli ovattati saloni dei convegni.

Allora vuol dire che la Gente, i Cittadini, l'Opinione Pubblica hanno capito tutto quello che c'è da capire. Allora significa che televisioni e giornali da operetta ormai se la suonano e se la cantano da soli.
È curioso l'esito di questo sondaggio, per quanto casereccio, di un sito on line i cui redattori, da tempo, adoperano la definizione di Antimafia Dura e Pura a mo’ di sberleffo, categoria denigratoria usata come clava contro quei pubblici ministeri che si ostinano a ricercare la verità.
Il Csm aveva fatto ponti d'oro a Nino Di Matteo purché lasciasse Palermo abbandonando il processo sulla Trattativa Stato-Mafia. Di Matteo, pur consapevole dei rischi che corre restando a Palermo è a Palermo che ha deciso di rimanere.
Nino Di Matteo vince con altissimo gradimento proprio perché ne vengono premiate coerenza e determinazione. E colano a picco quelle “antimafie" che si sono nutrite di palate di retorica che avevano finito con il rincitrullire le vittime di una catastrofe che in Italia dura da troppi anni.
Nell'anno che è appena trascorso avevamo assistito a personalità simbolo dell'antimafia finite in cocci, inchieste che avevano svelato i retroscena di troppe "carriere" costruite all'insegna di una spasmodica caccia di danaro e gloria immeritata. E mentre si assisteva a questo spettacolo si  facevano avanti gli Euforici che coglievano la palla al balzo nella speranza che fossero definitivamente smantellati gli indispensabili presidi di legalità.
Ed è curioso adesso che gli Euforici si ritrovino Nino Di Matteo, Siciliano dell'anno e siano costretti a guardarsi allo specchio.
Li immaginiamo con gli occhioni tristi.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La rubrica di Saverio Lodato

Le recensioni di AntimafiaDuemila

L'ILLEGALITA' PROTETTA

L'ILLEGALITA' PROTETTA

by Rocco Chinnici

Uno per uno ci scelse: noi magistrati che...

PAOLO BORSELLINO - L'UOMO GIUSTO

PAOLO BORSELLINO - L'UOMO GIUSTO

by Alessandra Turrisi

A 25 anni dalla morte (19 luglio 1992),...


GIOVANNI FALCONE E PAOLO BORSELLINO

GIOVANNI FALCONE E PAOLO BORSELLINO

by Carlo Sarzana di Sant'Ippolito

Ancora oggi, i misteri fondamentali che gravano sulle...

NOI, GLI UOMINI DI FALCONE

NOI, GLI UOMINI DI FALCONE

by Angiolo Pellegrini

Palermo, gennaio 1981. Quando il capitano Angiolo Pellegrini...


L'ASSEDIO

L'ASSEDIO

by Giovanni Bianconi

Tragico e coinvolgente, "L'assedio" ci riporta a uno...

QUEL TERRIBILE ’92

QUEL TERRIBILE ’92

edited by Aaron Pettinari

Di tutti gli anni della nostra storia recente,...


STATO DI ABBANDONO

STATO DI ABBANDONO

by Riccardo Tessarini

L’opera è narrata in prima persona ed è...

GIUSTIZIALISTI

GIUSTIZIALISTI

by Sebastiano Ardita, Piercamillo Davigo

«Noi con le nostre forze di Polizia li...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta