Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Rubriche Saverio Lodato La satira è bella, ma a casa degli altri

La satira è bella, ma a casa degli altri

guzzanti lodato tgporcoIl "Tg Porco" della Guzzanti è un po' troppo porco
di Saverio Lodato
Siamo i campioni della satira, ma a casa degli altri.
"Siamo tutti Charlie Hebdo", se un manipolo di terroristi fanatici falcia a colpi di kalashnikov un’intera redazione. Ma in casa degli altri, si capisce.
Sappiamo sbellicarci di risate, per la satira televisiva americana, francese o spagnola. Ci piacciono i programmi che mettono alla berlina gli uomini politici con le loro bugie, le loro menzogne, i loro eventuali precedenti penali, i loro tic, le loro facce da impuniti. Ma queste spiritosaggini, queste irriverenze, questi audaci sberleffi li apprezziamo solo in casa degli altri, si capisce. Siamo spiritosissimi all’estero, in casa nostra un po’ meno.  
Da noi, infatti, fanno notizia puttane e puttanieri che vanno in diretta. E mafiosi che si sposano e mafiosi accompagnati ai funerali con le medesime fanfare. La satira, nei nostri giornali e nei programmi televisivi, gode di vita grama, bandita e ostracizzata, poiché la si ritiene non imbrigliabile, scomoda, sgradita ai Poteri che contano. E soprattutto urticante rispetto al miele governativo che viene spalmato ogni giorno, dalla stragrande maggioranza dei TG, sul cervello degli spettatori.
È per ciò che il sudario del silenzio è calato sul "TG Porco" di Sabina Guzzanti, che va in onda ogni giovedì su La7, a PiazzaPulita di Corrado Formigli.
La Guzzanti fa il verso a Silvio Berlusconi e Matteo Renzi. Come è solita fare lei, con irresistibile ironia e senza peli sulla lingua, di modo che lo spettatore capisce subito quello che c’è da capire, visto che il messaggio non è né paludato né biforcuto. Mentre del primo ricorda l’affettuosa amicizia con il mafioso Vittorio Mangano, ergastolano per verdetto di Cassazione e la sua longevità politica, del secondo, presentato quasi come un clone del primo,  le "sparate" statistiche su occupazione, calo delle tasse e ripresa economica dell’Italia, guarda caso tutte contraddette da tutti gli istituti di settore.
E ne ha anche per Sergio Mattarella, il Capo dello Stato, presentato come balbettante, se non addirittura afasico, tanto da spianare a quello di prima, Giorgio Napolitano, la strada per il suo terzo mandato.
Aggiungete alla miscela che la Guzzanti ha perfino fatto un film sulla Trattiva Stato-Mafia, cantandole chiare, anche in quel caso, a chi andavano cantate.
Insomma, per quelli che contano nel mondo dei media, il TG della Guzzanti è un po’ troppo "porco". Meglio, quindi, perseverare con puttane e puttanieri...

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La rubrica di Saverio Lodato

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL SANGUE NON SI LAVA

IL SANGUE NON SI LAVA

by Fabrizio Capecelatro

Dal traffico illecito di rifiuti all’omicidio di Don...

STORIA DI UNA PASSIONE POLITICA

STORIA DI UNA PASSIONE POLITICA

by Tina Anselmi, Anna Vinci

Tina Anselmi ripercorre i momenti più significativi del...


IL BANDITO DELLA GUERRA FREDDA

IL BANDITO DELLA GUERRA FREDDA

by Pietro Orsatti

In questo Paese, dove l’atto di nascita della Repubblica fu...

LA LISTA

LA LISTA

by Lirio Abbate

Luglio 1999: Massimo Carminati svuota il caveau della...


SALVATO DA UN MALEDETTO DESTINO

SALVATO DA UN MALEDETTO DESTINO

by Roberto Anteghini, Jonathan Arpetti

Le pagine di questo libro raccontano un’avventura umana...

CAMORRA NOSTRA

CAMORRA NOSTRA

by Giorgio Mottola

«Non chiamatela Camorra. È Cosa Nostra».Questa sorprendente dichiarazione...


ITALICUS

ITALICUS

by Paolo Bolognesi , Roberto Scardova

Troppe cose ancora rimaste in sospeso: enigmi, fatti...

MAFIA. Vita di un uomo di mondo

MAFIA. Vita di un uomo di mondo

by Alfredo Galasso, Angelo Siino

Angelo Siino, «pentito» eccellente e collaboratore di giustizia,...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta