Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Rubriche Salvatore Borsellino Da che parte sto

Salvatore Borsellino

Da che parte sto

di Salvatore Borsellino
Di Maio e Bonafede rispondano su nomina di Gaetti come Sottosegretario

Mentre continuano a rincorrersi le indiscrezioni e le notizie sulle difficoltà a redigere la lista dei sottosegretari del nuovo governo e gli interventi, anche pubblici, volti ad incidere su queste decisioni, ispirandosi magari al titolo del famoso film di Spielberg “Salvate il soldato Ryan”, non posso esimermi dal prendere pubblicamente posizione su questo argomento, rendendo pubblico un messaggio che la scorsa notte avevo inviato ai ministri Luigi Di Maio e Alfonso Bonafede sulla questione della nomina del Sottosegretario agli Interni Luigi Gaetti e della delega a lui affidata nel passato governo.
Il messaggio, che pubblico come lettera aperta, dato che mi risulta dai flags di WhatsApp essere stato letto dai destinatari ma senza che io abbia ricevuto alcuna risposta, è il seguente: “Caro Luigi (Alfonso), mi giunge, inaspettata, la notizia che Luigi Gaetti sarebbe in procinto di essere riconfermato come sottosegretario con delega in un settore che mi sta particolarmente a cuore. Credevo che la delega nel precedente governo gli fosse stata data da Salvini ma vedo che le cose non stanno così e che ci sono evidentemente dei centri di potere che impongono certe scelte anche al cambiare dei governi e anche nel caso in cui un nuovo governo vorrebbe connotarsi come una svolta e un cambiamento.
So che Piera Aiello si è proposta per questo ruolo e questo rappresenterebbe davvero un cambiamento, altrimenti sarebbe l'ennesima delusione da parte di un movimento del quale mi sono fidato e nel quale ho confidato fino ad espormi pubblicamente contravvenendo a delle regole che mi ero da sempre imposto di seguire”. Resto in attesa di una risposta, se non diretta almeno nei fatti.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Nell'agenda politica assente la lotta alla mafia

La nave dei folli sta prendendo il largo

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...

THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...


LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...

UN EROE BORGHESE

UN EROE BORGHESE

by Corrado Stajano

L'Italia degli anni settanta è l'Italia della loggia...


ECONOMIA DROGATA

ECONOMIA DROGATA

by Giorgio Malfatti di Monte Tretto

La criminalità organizzata dedita al narcotraffico ha portato...

GLI AGNELLI

GLI AGNELLI

by Antonio Parisi

Quando il conte Emanuele Cacherano di Bricherasio, insieme...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa