Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Rubriche Salvatore Borsellino 'Tanti appartenenti alle Istituzioni seppero della trattativa Stato-mafia'

Salvatore Borsellino

'Tanti appartenenti alle Istituzioni seppero della trattativa Stato-mafia'

borsellino-s-c-barbag-big10di Salvatore Borsellino - 23 marzo 2013
Sto tornando ora da Caltanissetta. Oggi è sta una giornata particolare. Abbiamo richiesto alla Corte di inserire tra i testimoni l'attuale presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e la Corte ha dato parere positivo alla nostra richiesta nonostante il parere negativo espresso dell'avvocatura dello Stato. Al contrario i PM hanno espresso parere positivo e così ha deciso la Corte.
Adesso quella benevolenza che il Presidente della Repubblica ha voluto esprimere, come dalle intercettazioni del suo consigliere giuridico D'Ambrosio, nei confronti dell'indagato, oggi imputato al processo di Palermo, Nicola Mancino, potrà esprimerla, se lo riterrà opportuno, davanti ai giudici di Caltanissetta, ma dovrà farlo davanti alla Corte e nell'aula del dibattimento. Corte davanti alla quale anche Nicola Mancino è stato chiamato a testimoniare.
Un altro è però il motivo per il quale abbiamo citato come testimone Napolitano.

Dato che sono convinto che centinaia di appartenenti alle Istituzioni sapevano della trattativa e solo alcuni di loro, dopo avere rispettato per venti anni una scellerata congiura del silenzio, hanno ritrovato, almeno in parte, la memoria, vogliamo capire quanto Napolitano abbia potuto conoscere dallo stesso Scalfaro, ormai non più in grado di testimoniare, rispetto a momenti particolarmente difficili del nostro paese nel corso, cito le parole della sua lettera, "quella collaborazione tra il Capo dello Stato e i Presidenti delle Camere" che " si rivelò essenziale per superare i momenti più difficili di una transizione segnata da turbamenti e mutamenti profondi nell'opinione pubblica, nella società e nei rapporti tra i poteri dello Stato".
E in conseguenza il ruolo che lo stesso Scalfaro abbia potuto rivestire in questa trattativa.

Tratto da:
19luglio1992.com

Foto © Giorgio Barbagallo

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa