Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Rubriche Nicola Tranfaglia Verso un nuovo, gigantesco, conflitto d’interessi

Nicola Tranfaglia

Verso un nuovo, gigantesco, conflitto d’interessi

berlusconi-conflitto-interessi-baro-caravagiodi Nicola Tranfaglia - 19 febbraio 2015
Lontana da me l'idea di annunciare eventi futuri ma se la notizia, data ieri dai nostri più importanti mezzi di comunicazione di massa, secondo cui la Mondadori si appresta ad acquisire l'intera partecipazione detenuta dalla Rcs Media Group pari al 99,99 % del capitale. L'offerta include, secondo il comunicato, oltre alla quota già detta di Rcs Media Group anche l'ulteriore complesso di beni e attività che costituiscono l'ambito librario di Rcs (incluso, con tutta evidenza, anche il Corriere della Sera). Se i due gruppi si unissero - si nota - il loro presidio sul mercato sarebbe notevole. Il valore della transazione potrebbe essere tra i 120 e i 150 milioni di euro e si parla, visti i debiti dell'uno e dell'altro gruppo, di un possibile aumento di capitale che chiamerebbe in causa Fininvest.

Già perché proprietaria della Fininvest è tuttora la famiglia di Silvio Berlusconi che, a quanto pare, è convinto, forse con qualche fondamento, che dal prossimo nove marzo 2015 non dovrebbe essere più incandidabile e inelleggibile come è tuttora e potrebbe direttamente, o con la figlia Marina, riprendere di fatto e di diritto il controllo della Fininvest e quindi del nuovo maxigruppo di libri e giornali che fa capo al gruppo Mondadori. E se questo avverrà - mancano ormai poche settimane alla nuova scadenza - ci troveremmo di nuovo di fronte alla situazione che convinse Silvio Berlusconi, presidente del Consiglio dei ministri nel 2004, a far approvare quasi di corsa la legge Frattini sul conflitto di interessi. Una legge che non ha eguali in Europa o in Occidente. Come è noto, negli anni novanta, nel 1996, dopo l'approvazione in una sola Camera e quindi la reiezione di fatto del disegno di legge Passigli, che fissava l'obbligo per chi avesse un patrimonio eccedente una certa somma (ed è il caso non soltanto di Berlusconi ma di altri ricchissimi italiani) di affidare la società ad un'apposita società indipendente (blind trust o fondo cieco). Otto anni dopo il governo Berlusconi, proprio tramite la cosiddetta legge Frattini del 20 luglio 2004 n.215 si disponeva che l'imprenditore individuale provveda a nominare uno o più institori, ossia persone di sua fiducia (anche parenti, amici o collaboratori) ai quali affidare l'effettiva gestione aziendale. Questa è la prospettiva che ci attende dunque se l'operazione oggi annunciata andrà in porto. Mi sembra il caso dunque di porsi il problema con un certo anticipo e fare in modo che la normativa italiana sul conflitto di interessi superi la ridicola "legge Frattini" con garanzie molto maggiori di quella che prevede di fronte a un pericolo grande e forse imminente.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


UN EROE BORGHESE

UN EROE BORGHESE

by Corrado Stajano

L'Italia degli anni settanta è l'Italia della loggia...

ECONOMIA DROGATA

ECONOMIA DROGATA

by Giorgio Malfatti di Monte Tretto

La criminalità organizzata dedita al narcotraffico ha portato...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa