Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Giulietto Chiesa

Assange, Snowden, Putin

NEWS 262021 di Giulietto Chiesa
Al posto di Assange, prima di consegnarmi alle autorità, aspetterei che Chelsea Manning sia non solo scarcerata, ma fuori dal territorio USA

Se fossi al posto di Julian Assange, prima di consegnarmi alle autorità americane, aspetterei che Chelsea Manning sia non solo scarcerata, ma abbia avuto la possibilità di lasciare il territorio degli Stati Uniti.
Per quanto riguarda Vladimir Putin va segnalata la sua decisione di poche ore fa: quella di prolungare di altri due anni il "permesso di residenza permanente" nella Federazione Russa a Edward Snowden.
Per capire quanto grande sia stato il ruolo di Edward Snowden nella società contemporanea suggerisco di trovare il modo di vedere il film di Oliver Stone dedicato a lui.
Capirete, guardandolo, che tutta la faccenda degli hacker russi - se anche fosse basata su qualche cosa, e non lo è - è letteralmente nulla.
Tutti pensano che si tratti di sorveglianza sulle persone. Poca roba, anche se grave.
Invece gli hacker americani non solo controllano, ma comandano, decidono, impongono, sovvertono, uccidono. Quelli sì che fanno sul serio (e da anni)!
Possono "spegnere" un intero paese, schiacciando un pulsante. Possono fermare il controllo aereo di un altro paese. Possono fermare una centrale atomica in territorio nemico. Possono fare cose che noi riteniamo inimmaginabili.
Non lo sapete? Andate a vedere il film di Oliver Stone. Capirete.

Tratto da: megachip.globalist.it