Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Giulietto Chiesa

Quando si perde il monopolio

NEWS 235339di Giulietto Chiesa - 6 marzo 2015
Europa e Stati Uniti si accorgono che la 'propaganda russa' riscuote più successo della 'propaganda occidentale'. Perché accade?
Davvero singolare, questa notizia: http://it.sputniknews.com/politica/20150306/82470.html
Sia l'Europa che gli Stati Uniti sono preoccupati che la "propaganda russa" faccia breccia nei cuori degli europei di lingua russa.
Ma anche in quelli di tutti i paesi circonvicini alla Russia.
Che succede? Che hanno perso il monopolio.
E si accorgono che la "propaganda russa" riscuote più successo della "propaganda occidentale".
Lo ha mostrato un recente, tragico infortunio di una tv lituana, che ha mandato in onda un sondaggio di opinione, nel quale appariva che l'82% dei lituani ritiene migliore e più veritiera l'informazione dei canali russi, che non quella dei "liberi" canali occidentali, BBC e CNN in testa.

Idem per Kerry, che attacca Russia Today, perché la sua "propaganda" penetra nel pubblico anglosassone.
E il senato USA ha stanziato 6 milioni di dollari per creare tre televisioni in lingua russa nelle tre repubbliche baltiche.
Ahinoi! Nonostante l'enorme superiorità in termini di numeri, di canali tv e radio, di giornali, tutti proni e tutti "propagandisti" non meno zelanti di quelli russi, l'Occidente trema.
Arrivano i russi!!!!

Tratto da: megachip.globalist.it