Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Giulietto Chiesa

11/9, dodici anni di "guerra infinita"

11 settembre 2001di Giulietto Chiesa - 11 settembre 2013
Oggi è il dodicesimo anniversario dell'inizio della "guerra infinita" che i padroni universali ci hanno dichiarato.
Molti non capirono e continuano a non capire. Il mainstream ha tenuto bordone. Giornalisti servi hanno taciuto di fronte all'evidenza che la versione ufficiale era falsa. Da dodici anni siamo in guerra contro un finto nemico che fu creato ad arte per sostituire il nemico rosso che si era appena suicidato. Non un processo è stato fatto per snidare i colpevoli. Non una prova è stata esibita.
Oggi ci chiamano ad assistere a una nuova guerra con gli stessi metodi, cioè senza prove. Avessimo capito allora, tutti insieme, non ci sarebbe stato l'Afghanistan, l'Irak, la Libia. E non avremmo creduto neanche alla prova generale dell'intero spettacolo, che si consumò in Kosovo, contro la Jugoslavia.

Ricordare tutto questo non significa riesumare il passato, ma guardare nel futuro, poiché coloro che organizzarono l'11 settembre 2001 sono ancora al potere negli Stati Uniti.