Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Rubriche Giulietto Chiesa Occupyamo Piazza Affari: cacciamo quei bugiardi fanatici

Giulietto Chiesa

Occupyamo Piazza Affari: cacciamo quei bugiardi fanatici

chiesa-giulietto-web4di Giulietto Chiesa - 31 marzo 2012
L’ho definito un ricattatore, e gli si attaglia: Mario Monti mi preoccupa, lo dico francamente. All’inizio, qualche mese fa, mi pareva solo un pallone gonfiato; adesso sta diventando pericoloso: è un fanatico, un sacerdote fanatico, e i fanatici sono sempre pericolosi. Qualcuno gli ha detto che deve salvare l’Italia; lui ci ha creduto, e per questo vuole ri-educarci. E siccome non gli riesce bene, a quanto pare, nonostante tutto pensa di poteci ricattare: o fate così, come dico io, oppure me ne vado e vi lascio in pasto ai politici corrotti dai quali vi ho appena liberato. Rispondo così: caro Monti, tu non sei diverso da loro almeno per una caratteristica, la tua capacità rapinatoria; la differenza sta solo nello stile. Per cui proporrei, senza troppi rimpianti, di cacciare te e loro, insieme.

Vedi, Mario Monti, come sono equanime? Propongo che voi ve ne andiate tutti, semplicemente. E a proposito di equità (e di rapina) sei riuscito, Mario Monti, a fare peggio di Berlusconi: i miliardi che hai recuperato li hai presi ai pensionati, e hai fatto dell’Italia il paese in cui si va in pensione più tardi che in tutta Europa. Tu e la Fornero siete così ligi al comando della finanza che siste saltati sopra l’asino e state cadendo dall’altra parte, cioè fate più di quello che vi è stato chiesto. Mi riferisco all’articolo 18: ce l’abbiamo praticamente solo noi, ma siccome in quest’Europa tutto sommato non siamo gli ultimi della classe, vuol dire che gli altri – che non hanno l’articolo 18 e che stanno peggio di noi – avranno delle altre ragioni; quindi, probabilmente, non tutto è legato all’articolo 18.

Perché vi siete così intestarditi sull’articolo 18? Io una risposta ce l’ho. Voi state stra-facendo, andate oltre: siete andati oltre i vostri compiti. Mi domando: ma chi ve lo fa fare? Penso che ci sia solo una spiegazione: che abbiate una fiducia illimitata nel dio denaro, e che questa fiducia illimitata vi renda folli e ciechi. Per questo temo che finiate male. Lo so benissimo che voi cadrete in piedi, non ho dubbi – poveri non siete e non siete mai stati, e nemmeno sapete cos’è la povertà; figuriamoci se diventerete poveri – mai, è escluso: cadrete in piedi. Ma l’essenziale è che cadiate, questa è la cosa principale: e noi faremo di tutto per aiutarvi a cadere. Purtroppo c’è il rischio che, se cadete male, noi finiamo sotto le vostre macerie, ma comunque cercheremo di scansarci.

Siamo certi, tuttavia, che voi cadrete: perché sarà il dio denaro, a colpirvi prima di noi, che comunque ci proviamo. Sabato 31 marzo veniamo a Milano a occupare Piazza Affari, partendo dalla cattedrale della Bocconi dove voi avete imparato a pregare. Se funziona, come spero, vi faremo vedere che non sarà così facile ri-educare l’Italia come vi eravate messi in testa. Ma sarà la cura che volete imporci a far male – a voi. E sapete perché? Perché è sbagliata. Dite di voler ridurre il debito, ma in realtà sappiamo come state lavorando per ingigantirlo. E perché? Forse non lo sapete, ma ve lo spieghiamo noi. Lo ingigantite perché non avete voluto cambiare le regole – cioè: l’assenza di regole – con cui la finanza mondiale ha creato questo debito. E dunque, siccome l’assenza di regole non è stata cambiata, questo debito continuerà a crescere. E crescerà sempre di più, fino a che esploderà come una grande bomba. E anche se riuscirete a spellarci vivi tutti, si vedrà presto che il debito cresce ugualmente. E allora sarà chiaro che ci avete mentito.

Ecco perché, prima che ve ne andiate, veniamo a Milano per darvi qualche consiglio. Per esempio: farla finita col movimento dei capitali fuori controllo – cioè, farla finita con la speculazione, abolendo i derivati. Ma voi non l’avete fatto, né lo avete proposto. E per esempio: congelare il debito pubblico e riconoscere tassi di interesse non superiori al 3% – il resto lo spostiamo a cinquant’anni: se ne riparla dopo, poi vedremo. Altro suggerimento: andare a Bruxelles e chiedere di cancellare il Trattato di Maastricht, che ci costringe a fare ricorso alla finanza internazionale per finanziare gli Stati europei, e trasformare la Banca d’Italia – dopo averla nazionalizzata – in un prestatore di ultima istanza: molto meglio che regalare centinaia di miliardi alle banche al tasso dell’1% per tre anni, perché si comprino il nostro debito.

Tutte queste cose non le avete fatte e non le avete neanche proposte, e quindi per questa ragione il debito continuerà a crescere. Quindi – Monti, Passera, Fornero – credetemi: il Papa Napolitano non è un buon interprete del dio denaro, non è infallibile neanche lui. E quindi fate come vi proponiamo: redimetevi, e andatevene. Ce la caveremo meglio senza di voi. L’alternativa c’è: creiamola, a cominciare da sabato. Good bye e good night – anch’io imparo un po’ di inglese, perché è là che è nato l’Impero. Non vorremmo imitarlo, ma imparare a difenderci: da voi.

Trascrizione tratta da libreidee.org

Tratto da: megachip.info

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...


CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...


INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa