Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Rubriche Giorgio Bongiovanni Luigi de Magistris: ''Bonafede gravi errori contro Di Matteo''

Giorgio Bongiovanni

Luigi de Magistris: ''Bonafede gravi errori contro Di Matteo''

Il sindaco di Napoli: "Ho la sensazione che la trattativa Stato-Mafia continui"
di Giorgio Bongiovanni e Karim El Sadi - Video

"Nino Di Matteo ha raccontato un fatto, il ministro Alfonso Bonafede ha più o meno raccontato il fatto, a modo suo, ma ci deve dare altre spiegazioni. Per quale motivo ha scelto Francesco Basentini a capo del Dap e non Nino Di Matteo?".
Anche il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, già sostituto procuratore di Catanzaro, si aggiunge alla lista di coloro che stanno chiedendo al Guardasigilli di chiarire il motivo della sua discussa scelta per la guida dell'importantissimo ufficio del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria nel 2018. "Faccio una valutazione oggettiva - ha detto il primo cittadino intervistato dallo scrittore Luciano Armeli Iapichino per la rubrica Cenacolo Antimafia - c'è una grande responsabilità politica sulla vicenda che, trattandosi di uno dei simboli principali della lotta alla mafia (Nino Di Matteo, ndr), richiederebbe altra risposta da parte del ministro, che sinora da cittadino reputo insoddisfacente". Il consigliere togato del Csm "ricostruisce un fatto vero e ne sono testimone perché mi chiamò in quei giorni e mi commentò la cosa. - ha premesso de Magistris - Bonafede chiamò Di Matteo per chiedergli in particolare la guida del Dap, uno degli uffici apicali del contrasto al crimine. E' evidente che chi sceglie Di Matteo, il pm titolare del processo sulla trattativa tra pezzi dello Stato e Cosa nostra, sceglie un simbolo. Quindi - ha spiegato - rimasi piacevolmente sorpreso, sembrava un segno di rinnovamento!".
Allorché, ha continuato il sindaco nel suo intervento, "chiamai Di Matteo, con il quale condivido un rapporto di stima e amicizia dal 2007, che mi disse che doveva pensarci per parlarne in famiglia. Dopo 24 o 48 ore andò da Bonafede per sciogliere la riserva. Ma il ministro, da come mi ha raccontato Di Matteo, gli fece capire che aveva cambiato idea e non lo voleva più alla guida del Dap. Ricordo l'amarezza e lo sconcerto di Nino. - ha confessato de Magistris - Rinunciando a un simbolo della lotta alla mafia come Di Matteo si è dato un segnale. Avrei potuto comprendere la decisione del ministro se magari si fosse scelto un'altra figura di livello equivalente al suo. Ma si è scelto, e parlo da cittadino senza voler far giudizi di valore o disvalore, un magistrato che non ha per nulla conoscenza dei fatti di detenuti al 41bis, di mafia e carceri. Quindi rimasi veramente sconcertato e dissi: alla faccia del rinnovamento!"
Nel suo racconto Luigi de Magistris ha riportato un altro punto di analisi interessante. "All'interno del governo, tra i principali collaboratori dell'ex sottosegretario del ministro degli Interni (Luigi Gaetti, ndr) c'era un uomo di Bruno Contrada, uno dei vertici del Sisde arrestato per mafia per vicende legate alla trattativa stato mafia. Quindi cosa dobbiamo pensare? - si è chiesto l'ex magistrato - Che la trattativa sta continuando ancora?
Insomma - ha concluso - ci vorrebbe un segnale netto, un segnale che in parte era stato annunciato..."

ARTICOLI CORRELATI

Ingroia: ''Bonafede non ha ancora spiegato la mancata nomina di Di Matteo al Dap''

L'arroganza del potere
Il fallimento nella lotta alla mafia del ministro Bonafede
In difesa di Nino Di Matteo
di Giorgio Bongiovanni - Video-Intervista


Francesco Basentini: ecco l'operazione sporca del ministro Bonafede
di Giorgio Bongiovanni

Di Matteo, Bonafede e la nomina al Dap negata ''per lo stop di qualcuno''
di Aaron Pettinari

Giovanni Falcone andò in tutte le TV d'Italia
di Saverio Lodato

Ringraziate Nino Di Matteo. Bonafede vuole riportare dentro i boss
di Saverio Lodato


Io sto sempre con Di Matteo, non cambio idea per opportunismo
di Vincenzo Musacchio

Dagli indizi alle prove e viceversa
di Ugo Lombardi

Di Matteo: ''Bonafede nel 2018 mi propose il Dap. Pronto ad accettare, ma poi vi fu dietrofront''
di Giorgio Bongiovanni ed Aaron Pettinari


Nino Di Matteo non è un magistrato omertoso. Chi ha legalizzato l'evasione dei boss?
di Saverio Lodato


La Trattativa Governo-Detenuti: Nino Di Matteo non ci sta
di Saverio Lodato

Quando a perdere siamo tutti noi
di Lorenzo Baldo

''Question time'' per Alfonso Bonafede
di Giorgio Bongiovanni

Una storia vera in un Paese privo di memoria
di Sandra Amurri


Gaspare Mutolo: ''Scarcerazioni boss? Dimostrazione che la trattativa è ancora in corso''

Sonia Alfano: ''Su quello che ha detto Di Matteo ci metto la mano sul fuoco. Bonafede è un paracadutato''

Lumia su Bonafede: ''Con il no a Di Matteo ha fatto involontariamente regalo alla mafia''

Sebastiano Ardita: ''Di Matteo non ha mai fatto riferimento a pressioni mafiose''

Ingroia: ''Io sono esterrefatto su Bonafede, che su Di Matteo dovrebbe chiarire e poi dimettersi''


Bongiovanni attacca la Mafia-Stato in una difesa storica al pm Di Matteo (Video)

Esclusivo, il Pm Nino Di Matteo: "Fui chiamato a dirigere il Dap, poi il Ministro cambiò idea. I boss non mi volevano" (Video)

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...


CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...


INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa