Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Rubriche Giorgio Bongiovanni L'arroganza del potere

Giorgio Bongiovanni

L'arroganza del potere

Il fallimento nella lotta alla mafia del ministro Bonafede
In difesa di Nino Di Matteo
di Giorgio Bongiovanni - Video-Intervista

La storia, che dovrebbe essere maestra di vita, si ripete. È per questo motivo che ho accettato l'intervista che mi hanno proposto i giovani del gruppo Our Voice.
Oltre ventisette anni, ormai, sono passati dai tempi delle stragi ma vi sono cose che, ciclicamente, tornano. Paolo Borsellino, nel suo ultimo intervento pubblico a casa Professa, nel giugno 1992, ricordando la scomparsa dell'amico, Giovanni Falcone, aveva fatto riferimento ad un'affermazione di Antonino Caponnetto secondo cui Giovanni Falcone cominciò a morire nel gennaio del 1988. Addirittura disse che "in effetti il Paese, lo Stato, la magistratura che forse ha più colpe di ogni altro, cominciò proprio a farlo morire il primo gennaio del 1988, se non forse l’anno prima...". Sia quando era giudice istruttore a Palermo, che quando si era recato, nel 1991, a Roma al ministero di Grazia e Giustizia, accettando il ruolo di direttore degli Affari Penali, fu sempre isolato, delegittimato, attaccato da destra, da sinistra, da centro, dai colleghi, dalla stampa. Poco importava se quel giudice era divenuto un simbolo della lotta alla mafia.
La stessa cosa accade oggi con il magistrato Nino Di Matteo che ha raccontato dei fatti che non possono lasciare indifferenti. A seguito delle sue esternazioni, però, solo pochi colleghi, qualche associazione della società civile, e qualche organo di informazione si è speso a sostegno del magistrato, mentre i più grandi organi delle Istituzioni puntano il dito contro la sua persona solo per aver raccontato la verità.
In questa intervista, che potete vedere di seguito, senza fare insinuazioni o raccontare percezioni, faccio delle accuse specifiche, basate su fatti, di cui mi assumo la responsabilità.

ARTICOLI CORRELATI

I boss stragisti minacciano il pm Nino Di Matteo e Giletti: ''Stanno scassando...''

Riforma Csm, Ardita: ''Sono venuti meno gli obbiettivi iniziali''

Mancata nomina Dap Di Matteo, Aiello: ''Mal di pancia nel M5s, situazione bruttissima''

Speciale Non è l'Arena: si chiude il cerchio sulla mancata nomina al Dap Di Matteo

Nino Di Matteo in Commissione antimafia: ''Ecco tutta la verità''

Ingroia: la bocciatura di Di Matteo al Dap viene dai vertici del potere

Da Giletti la bugia del dottor Cafiero de Raho

La (violenta) opposizione ai grandi spiriti

Stragi, Csm, Dap. Di Matteo intervistato a Non è l'Arena

Dap e scarcerazioni, Morra: ''Vogliamo sentire Di Matteo, Ardita e Romano prossima settimana''

Scarcerazioni, il Dap e la circolare del 21 marzo. In Antimafia sentita Borzacchiello 

Dap e scarcerazioni, Ardita: ''Circolare 21 marzo? Non l'avrei mai firmata''

Scarcerazioni, il Dap e la circolare del 21 marzo. In Antimafia sentita la funzionaria Borzacchiello

Alfonso Bonafede è tra i migliori ministri della Giustizia di sempre?

Ingroia e de Magistris a ''Non è l'Arena'': ''Di Matteo bocciato al Dap per le sue inchieste scomode''

Luciano Traina: ''Nessuna fiducia in questo Stato''

Terremoto Dap: dopo Basentini si dimette anche Giulio Romano, direttore ufficio detenuti

L'offesa all'intelletto
Una (ennesima) vergognosa autodifesa di Bonafede al Senato in mezzo a ricatti bipartisan
di Lorenzo Baldo

Caro Travaglio, sul caso Bonafede non solo fake news
di Giorgio Bongiovanni

Ministro Alfonso Bonafede, prego, andare
di Saverio Lodato

Autonomia e Indipendenza a difesa di Di Matteo
di Aaron Pettinari

Giustizia: si dimette Fulvio Baldi, capo di Gabinetto del ministro Bonafede
di Aaron Pettinari e Karim El Sadi

Ingroia: ''Di Matteo come Falcone e Borsellino''

Carceri, Ingroia: ''Qualche vertice dello Stato ha posto veto su scelta Di Matteo al Dap''

Our Voice: #BonafedeDicaLaVerità

Giorgio Bongiovanni: ''Chi non vuole Di Matteo a lottare contro la mafia?''
L'intervista video del direttore di ANTIMAFIADuemila a ByoBlu

Carceri, l'ex pm Robledo sul caso Di Matteo-Bonafede: ''Legittimo che il ministro cambi idea sul Dap, ma deve spiegarne il motivo''

Ingroia: ''Bonafede non ha ancora spiegato la mancata nomina di Di Matteo al Dap''

Luigi de Magistris: ''Bonafede gravi errori contro Di Matteo''

Francesco Basentini: ecco l'operazione sporca del ministro Bonafede
di Giorgio Bongiovanni

Di Matteo, Bonafede e la nomina al Dap negata ''per lo stop di qualcuno''
di Aaron Pettinari

Giovanni Falcone andò in tutte le TV d'Italia
di Saverio Lodato

Ringraziate Nino Di Matteo. Bonafede vuole riportare dentro i boss
di Saverio Lodato

Chi è sospettato deve dimettersi?
di Vincenzo Musacchio

Io sto sempre con Di Matteo, non cambio idea per opportunismo
di Vincenzo Musacchio

Dagli indizi alle prove e viceversa
di Ugo Lombardi

Di Matteo: ''Bonafede nel 2018 mi propose il Dap. Pronto ad accettare, ma poi vi fu dietrofront''
di Giorgio Bongiovanni ed Aaron Pettinari

Nino Di Matteo non è un magistrato omertoso. Chi ha legalizzato l'evasione dei boss?
di Saverio Lodato

La Trattativa Governo-Detenuti: Nino Di Matteo non ci sta
di Saverio Lodato

Quando a perdere siamo tutti noi
di Lorenzo Baldo

''Question time'' per Alfonso Bonafede
di Giorgio Bongiovanni

Una storia vera in un Paese privo di memoria
di Sandra Amurri

Gaspare Mutolo: ''Scarcerazioni boss? Dimostrazione che la trattativa è ancora in corso''

Sonia Alfano: ''Su quello che ha detto Di Matteo ci metto la mano sul fuoco. Bonafede è un paracadutato''

Lumia su Bonafede: ''Con il no a Di Matteo ha fatto involontariamente regalo alla mafia''

Sebastiano Ardita: ''Di Matteo non ha mai fatto riferimento a pressioni mafiose''

Ingroia: ''Io sono esterrefatto su Bonafede, che su Di Matteo dovrebbe chiarire e poi dimettersi''

Bongiovanni attacca la Mafia-Stato in una difesa storica al pm Di Matteo (Video)

Esclusivo, il Pm Nino Di Matteo: "Fui chiamato a dirigere il Dap, poi il Ministro cambiò idea. I boss non mi volevano" (Video)

Antimafia, Bonafede: ''Boss ai domiciliari sono 256. Nessuna pressione da Napolitano su nomina capo Dap''

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa