Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Rubriche Giorgio Bongiovanni Roger Waters: l'ex leader dei Pink Floyd accusa il fascista Piñera

Giorgio Bongiovanni

Roger Waters: l'ex leader dei Pink Floyd accusa il fascista Piñera

Il musicista, dalla quarantena, manda il suo messaggio con una canzone
di Giorgio Bongiovanni - Video

In Cile, da mesi, è in corso una dura protesta, con la partecipazione di decine di migliaia di cittadini, contro il Presidente fascista Sebastian Piñera e il suo governo filostatunitense di destra. Una lunga serie di manifestazioni, iniziate dallo scorso ottobre, che hanno visto una fortissima opera di repressione da parte delle istituzioni cilene contro un popolo sceso in piazza a difesa dei propri diritti. Una protesta che sta proseguendo, nonostante l'emergenza Coronavirus, in vista del plebiscito sulla nuova costituzione, previsto il 25 ottobre.
Ora, a dare man forte ai manifestanti, è giunta la voce di una figura di spicco come Roger Waters che, intonando una canzone, ha inviato un duro messaggio contro il Presidente cileno.
In un video l'ex leader dei Pink Floyd ha fatto vedere come sta trascorrendo la quarantena per coronavirus, confinato a New York.



Quindi, dopo aver diffuso un messaggio, e mandando in onda un videoclip, con immagini della rivolta sociale in Cile, ha intonato una parte dell'inno di Víctor Jara (musicista cileno perseguitato, torturato e ucciso dalla dittatura di Pinochet), "Il diritto di vivere in pace", modificando alcune parole del testo, inserendo una parte in cui parla di Sebastian Piñera ("Dal mio cellulare dalla città di New York / Posso sentire i ‘cacerolazos’ / posso sentire il tuo odore Piñera / Tutti i ratti hanno lo stesso fetore”).
In precedenza Waters aveva invitato tutti a rispettare le prescrizioni anti Covid-19. Non un modo per scappare, ma per difendersi e tornare a lottare con ancora più forza. "Da parte del vostro fratello Roger, da New York, auguro il meglio a tutti voi - ha detto il cantante - Per favore rimanete al sicuro. Non abbracciate e baciate le persone per strada perché vi ammalerete. Per continuare a portare avanti importanti lotte una volta che questa epidemia sarà passata, meno persone si ammaleranno, meglio sarà”.
Un atto di protesta duro, forte e determinato così come sempre sono stati i Pink Floyd nel diffondere la loro musica.

waters roger interna c sergio garcia pardo agencia uno

Il gruppo, nato a Londra nel 1965, venne fondato dal cantante e chitarrista Syd Barrett, dal bassista Roger Waters, dal batterista Nick Mason e dal tastierista Richard Wright. Nel dicembre del 1967 si aggiunse al gruppo il chitarrista David Gilmour che si affiancò, per poi sostituire definitivamente, Barrett. Quest'ultimo, colpito da una malattia, è morto nel luglio del 2006, così come è deceduto, nel settembre 2008, Wright.
Nella storia dei Pink Floyd, performance dopo performance, il gruppo ha dimostrato di essere controcorrente e contro il sistema del potere: dalle espressioni di contrasto alla guerra Argentina-Inghilterra per le isole Falkland, con le dure accuse alla Thatcher, passando alle proteste contro il nucleare, la guerra fredda, le dittature sudamericane e la lotta per la pace in Medio Oriente.
Un gruppo che si è sempre distinto sul piano musicale e sociale, senza dover scendere a compromessi, capace di non farsi condizionare dal successo mondiale.
A testimonianza della loro grandezza basti pensare che il disco "The Dark Side of the Moon", il più famoso della band e uno dei più famosi e amati della storia del rock, nel giugno 2019, 46 anni dopo la sua uscita nel marzo '73, ha raggiunto le 943 settimane di presenza nella classifica.
Dopo tanti anni tanti appassionati (come lo scrivente), continuano ad emozionarsi di fronte la schiettezza e la coerenza dei loro messaggi. Ancora una volta Roger Waters ha dimostrato che con la musica si possono abbattere tutte le frontiere, in nome di una lotta per una causa giusta.
(02 Aprile 2020)

Foto © Sergio García Pardo/Agencia Uno

ARTICOLI CORRELATI

Il potente discorso di Roger Waters in difesa di Assange contro l'impero americano

Sanremo 2020 ha definito Roger Waters inutile

Guerre, migranti, clima. Roger Waters contro i potenti: ''Fuck the Pigs''

Roger Waters convoca protesta contro l'aggressione al Venezuela

Eurovision, Roger Waters a Madonna, boicotta Israele

Roger Waters in Uruguay, l'attivista pro Palestina, esempio di coscienza

Our Voice con Roger Waters!

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...


CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...


INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa