Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Rubriche Giorgio Bongiovanni Gruppo Davigo e Ardita su revoca Di Matteo: ''Rischio delegittimazione''

Giorgio Bongiovanni

Gruppo Davigo e Ardita su revoca Di Matteo: ''Rischio delegittimazione''

di Giorgio Bongiovanni
La corrente della magistratura Autonomia e Indipendenza si esprime sulla revoca del sostituto procuratore nazionale


La revoca dell'assegnazione del pm Nino Di Matteo al pool sulle stragi della procura nazionale antimafia "in mancanza di chiare informazioni sui motivi, rischia di essere percepita come la delegittimazione di un magistrato esposto a gravissimi pericoli per la propria incolumità e da molti anni impegnato in delicatissime indagini sulla Mafia”. E’ con queste parole che la corrente della magistratura, il gruppo Autonomia e Indipendenza, di cui ne fanno parte Piercamillo Davigo e Sebastiano Ardita, componenti del Consiglio superiore della magistratura, si è espressa riguardo la revoca dal pool sui mandanti esterni alle stragi del sostituto procuratore nazionale antimafia, Nino Di Matteo. Autonomia e Indipendenza ha fatto presente di non essere in grado di "sindacare le scelte del procuratore nazionale antimafia" nè di volerlo fare non conoscendo il contenuto specifico del provvedimento che peraltro sarà "sottoposto alle valutazioni del Csm”. Tuttavia, il gruppo ha sostenuto che secondo notizie di stampa "la ragione di tale provvedimento sarebbe da ricondurre ad un'intervista resa da Nino Di Matteo, durante la quale avrebbe parlato di alcune valutazioni investigative in corso, senza rivelare però fatti nuovi o segreti di alcun tipo". Alla luce di tutto questo Autonomia e Indipendenza "auspica che venga al più presto fatta chiarezza su quanto accaduto e che si ribadisca ancora una volta la vicinanza dell'intera Magistratura a tutti coloro che, come Di Matteo, con sacrificio personale e mettendo a rischio la propria vita, ogni giorno compiono il proprio dovere combattendo in prima linea le più gravi forme di criminalità e diffondendo, soprattutto fra i giovani, la cultura della legalità”.
Inoltre, qualche giorno fa è intervenuto anche Sebastiano Ardita che ha detto di non potersi “esprimersi sulla questione tecnica delle ragioni della revoca senza aver letto gli atti, ma l'intervista la condivido e mi sembra fondata sulle risultanze ormai pubbliche dei processi". Durante un incontro tenutosi a Catania riguardo i problemi organizzativi e gestionali degli uffici giudiziari ha anche ricordato come "il Csm è un organo di autogoverno e di garanzia e non burocratico che esercita potere sui magistrati".

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Appello alle Istituzioni competenti, non delegittimate il pm Di Matteo - Firma la petizione!

Dna: il pm Di Matteo espulso dal pool ''stragi e mandanti esterni''

Il potere alla resa dei conti con Nino Di Matteo, il nuovo Giovanni Falcone

Solidarietà a Nino Di Matteo per la rimozione dal pool sulle stragi

Giarrusso su rimozione Di Matteo: ''Un fatto molto grave''

Attentato a Di Matteo: chi e perché vuole uccidere il pm di Palermo
- Leggi il dossier!


De Magistris su revoca pm Di Matteo: ''Gli sono vicino''

APPELLO - #DiMatteo sia reintegrato nel Pool sulle stragi - Firma l'appello!

Le recensioni di AntimafiaDuemila

CASAMONICA, LA STORIA SEGRETA

CASAMONICA, LA STORIA SEGRETA

by Floriana Bulfon

Un documento giornalistico straordinario e di estrema attualità,...

NUDDU

NUDDU

by Pietro Orsatti

Un’inchiesta giornalistica senza apparente via di uscita e...


IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

by Attilio Bolzoni

Un siciliano che è “nel cuore” di un...

FIGLI DEI BOSS

FIGLI DEI BOSS

by Dario Cirrincione

Questo è un libro di storie e di...


IL CASO MOBY PRINCE

IL CASO MOBY PRINCE

by Gabriele Bardazza, Francesco Sanna

Per la prima volta in un libro, i...

AMEN

AMEN

by Antonio Ferrari

L’attentato a Giovanni Paolo II e i molti...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa