Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Libri
Categoria: Economia
Editore: Fratelli Frilli Editori
Pagine: 256
Prezzo: € 14,00
ISBN: 9788887923681
Anno: 2003
Visite: 1931

Recensione

Banche Armate alla Guerra è una minuziosa ed approfondita inchiesta politica e finanziaria, il risultato di oltre un anno di ricerche trascorso raccogliendo ed analizzando tutti i dati riguardanti l’attentato dell’11 settembre, dai piani dei dirottatori ai movimenti finanziari sospetti avvenuti prima e dopo l’atto terroristico. Simone Falanca, attraverso una ricostruzione attenta ed articolata, e servendosi anche delle analisi e delle inchieste di altri autori italiani e internazionali, riesce a dimostrare come non sia vero che i servizi di sicurezza degli Stati Uniti non fossero al corrente dei preparativi per gli attentati alle Twin Towers e al Pentagono.

Il libro spiega perché un attentato così grave come quello dell’11 settembre 2001 si sia rivelato in realtà estremamente funzionale e necessario per gli USA al fine di rilanciare un'economia di guerra e di accaparramento delle risorse petrolifere e per rilanciare l’industria bellica nazionale. Se tutto ciò non bastasse, si aggiungono i sospetti su altri attori in campo che hanno tratto vantaggio dalle spese di guerra e dal nuovo assetto geopolitco: i contractor privati dell’esercito, insospettabili multinazionali americane ed europee, società e banche che gestivano i petrodollari della famiglia Bush e di Bin Laden.

Il libro presenta documenti e analisi inedite sulla nuova strategia della sicurezza americana e sulla attuale guerra all’Iraq. Quella di Falanca è una voce fuori dal coro lucida e puntuale che descrive e analizza la deriva unilateralista e bellicista statunitense con chiarezza e senza pregiudizi ideologici. Dietro il crollo delle Torri Gemelle e della guerra infinita all’Afghanistan e all’Iraq non c’è uno scontro tra civiltà o religioni, bensì un conflitto tra integralismi economici trasversali. Un conflitto di banche armate alla guerra, nel cupo scenario di un nuovo medioevo postmoderno.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa