Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Libri
Categoria: Cultura
Editore: Falco Editore
Pagine: 166
Prezzo: € 15,00
ISBN: 9788868291983
Visite: 813

Recensione

Shakk è la storia dei nostri tempi. Il titolo arabo tradotto in italiano significa “il dubbio”. I protagonisti sono due giovani marocchini che si ritrovano su Facebook dopo aver trascorso molti anni insieme a Torino. Uno dei due, però, ha fatto ritorno a casa, a Tangeri per la precisione. Il suo nome è Youssef. L’altro è Mohammed. Facebook diventa il luogo in cui i sentimenti umani dei due si rinnovano, in cui gli entusiasmi di una volta sono ricordo e dubbio. La speranza è nell’attesa di un nuovo messaggio sulla bacheca di Facebook. Il passato viene rivisto alla luce del presente che inquieta, con le sue scene tragiche di guerre che atterriscono, che non rivendicano niente di sano e di giusto. Gli attentati del 13 Novembre 2015, a Parigi, sono vissuti dai due giovani come un attacco alla vita di tutti. C’è dolore per quelle vittime sacrificate, pur cercando di fare chiarezza su argomenti quali la fede religiosa o l’appartenenza etnica che, da più parti, vengono attaccate quando si commentano fatti di terrorismo tanto gravi e scandalosi. E scandalo e dispiacere suscitano in Mohammed e Youssef le immagini di violenza del Bataclan. Commentano, con commozione, le parole sentite alla televisione del padre della giovane ricercatrice veneziana, Valeria Solesin, pronunciate il giorno dei suoi funerali in piazza San Marco. E la stessa commozione e lo stesso dispiacere suscitano nell’animo dei due ragazzi le immagini dell’incontro del Papa coi profughi nell’isola greca di Lesbo. Shakk è la cronaca di una realtà difficile da comprendere se non si cercano le cause di tanto odio, di tanta violenza cieca e folle con la mente e l’animo non toccati da pregiudizi, da ignoranza e cattiva informazione. È un diario di due ragazzi che hanno vissuto e superato forme puerili di razzismo di qualche tempo fa, ma adesso l’urgenza è il superamento di un’intolleranza che genera sospetti verso i popoli. Adesso è in crisi l’accoglienza di chi fugge dalle persecuzioni o da condizioni di vita insostenibili. Shakk vuole essere il tentativo, attraverso la voce dei protagonisti, di rendere verità a quanti auspicano e vivono, nonostante le crisi di ogni genere, per un futuro ideale possibile.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

QUEL TERRIBILE ’92

QUEL TERRIBILE ’92

edited by Aaron Pettinari

Di tutti gli anni della nostra storia recente,...

STATO DI ABBANDONO

STATO DI ABBANDONO

by Riccardo Tessarini

L’opera è narrata in prima persona ed è...


GIUSTIZIALISTI

GIUSTIZIALISTI

by Sebastiano Ardita, Piercamillo Davigo

«Noi con le nostre forze di Polizia li...

LA STRATEGIA DELL'INGANNO

LA STRATEGIA DELL'INGANNO

by Stefania Limiti

“Siamo andati in un terreno che non ci...


L'INGANNO DELLA MAFIA

L'INGANNO DELLA MAFIA

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

Di mafia si parla molto, ed è un...

IL SANGUE NON SI LAVA

IL SANGUE NON SI LAVA

by Fabrizio Capecelatro

Dal traffico illecito di rifiuti all’omicidio di Don...


STORIA DI UNA PASSIONE POLITICA

STORIA DI UNA PASSIONE POLITICA

by Tina Anselmi, Anna Vinci

Tina Anselmi ripercorre i momenti più significativi del...

IL BANDITO DELLA GUERRA FREDDA

IL BANDITO DELLA GUERRA FREDDA

by Pietro Orsatti

In questo Paese, dove l’atto di nascita della Repubblica fu...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta