Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Libri
Categoria: Mafia
Editore: Ponte Alle Grazie
Pagine: 272
Prezzo: € 14,00
ISBN: 978-88-7928-995-5
Anno: 2009
Visite: 5369

Recensione

IL LIBRO

A Milano la mafia non esiste. Infatti comanda la ’Ndrangheta.Decine di inchieste, centinaia di arresti, migliaia dichilogrammi di droga sequestrati: nel capoluogo lombardoil contrasto alla criminalità organizzata di origine calabreseè diventato la priorità per magistrati e forze dell’ordine.Eppure la politica, anche per complicità, preferiscecontinuare a parlare di rom e prostituzione nelle strade,di immigrati irregolari e furti negli appartamenti, dimenticandoil problema principale. Mentre la maggioranzain consiglio comunale, grazie ad un cavillo, fa saltarel’insediamento di una Commissione antimafia cittadina.
Questo libro, documentatissimo, ricostruisce le tramecomplesse e intricate dell’attività delle varie cosche calabresi,ma anche degli altri gruppi criminali che operanoin città: dalla Camorra a Cosa nostra, passando per i gruppistranieri. Un’attività incessante, che fa di Milano un enormemercato della droga, per alcuni il più grande d’Europa.Il tutto mentre si avvicina l’appuntamento dell’Expo2015, con la sua enorme torta di affari da 20 miliardi dieuro che fa gola a tanti, soprattutto alla ’Ndrangheta. Laborghesia milanese è pronta a resistere o anche questavolta si accorderà?


UN BRANO

"I proventi del traffico di cocaina (e di droga in genere) sono solouno strumento per permettere alle 'ndrine di realizzare il loro veroobiettivo, il più difficile: la scalata al potere. Come abbiamo tentatodi ricostruire in questo libro attraverso alcune delle inchieste piùimportanti che hanno riguardato le cosche calabresi operanti a Milano ein Lombardia, i soldi della coca servono non solo per acquistare negozie locali pubblici, ma anche per creare aziende impegnate nell’edilizia.Edilizia vuol dire appalti, appalti vuol dire contatti con la politicalocale, contatti con la politica locale vuol dire la possibilità diraggiungere la politica nazionale e quel tipo di rapporti (uniti agrande disponibilità economica) vogliono dire potere."

Le recensioni di AntimafiaDuemila

NUDDU

NUDDU

by Pietro Orsatti

Un’inchiesta giornalistica senza apparente via di uscita e...

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

by Attilio Bolzoni

Un siciliano che è “nel cuore” di un...


FIGLI DEI BOSS

FIGLI DEI BOSS

by Dario Cirrincione

Questo è un libro di storie e di...

IL CASO MOBY PRINCE

IL CASO MOBY PRINCE

by Gabriele Bardazza, Francesco Sanna

Per la prima volta in un libro, i...


AMEN

AMEN

by Antonio Ferrari

L’attentato a Giovanni Paolo II e i molti...

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

by Antonella Mascali

Questo libro raccoglie i principali interventi, le interviste,...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA DEI PASCOLI

LA MAFIA DEI PASCOLI

by Nuccio Anselmo, Giuseppe Antoci

Milioni di euro guadagnati per anni in silenzio...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa