Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Libri
Categoria: Mafia
Editore: Navarra Editore
Pagine: 192
Prezzo: € 16,00
ISBN: 978-88-98865-46-8
Anno: 2016
Visite: 1860

Recensione

Peppino Impastato raccontato da chi più di tutti gli è stato vicino, Salvo Vitale, amico e compagno, che insieme a lui dai microfoni di Radio Aut si scagliava contro Badalamenti, ribattezzandolo “Tano Seduto”.

Dal momento della morte di Peppino, avvenuta per mano della mafia il 9 maggio 1978, Salvo Vitale si è battuto per preservarne la memoria.
Il suo lavoro più noto è “Nel cuore dei coralli” (Rubbettino 1996), una biografia su Peppino Impastato, alla quale si è ispirata la sceneggiatura del film “I cento Passi”, in cui Salvo è uno dei protagonisti.

Salvo Vitale ha condiviso con Peppino la militanza politica, le scelte e i momenti di lotta, all'interno di un personale rapporto di amicizia che lo ha impegnato costantemente a conservarne la memoria, a tutelarla da possibili mistificazioni, a leggere e dare un contributo a tutto quello che è successo prima e dopo il tragico momento della morte.
In questo senso, Era di passaggio. Cronache, curiosità, articoli su Peppino Impastato rappresenta il contributo più completo dell’autore, che ha raccolto e qui pubblicato materiali di origine differente, dalla stampa, sia cartacea che digitale, a stralci di discorsi pubblici, associati tra loro a formare un profilo complesso, non solo di Impastato ma anche della società dei nostri giorni.
Dall’altro lato, l’autore si sofferma su tempi più recenti, informando il lettore delle tante occasioni in cui la figura di Peppino è stata mistificata, ignorata, quando non offesa, negli ambiti più vari, dalla toponomastica, alla scuola pubblica, al mondo della pubblicità.

Il lavoro più completo mai portato avanti su Peppino Impastato, un contributo importante affinché non si faccia di lui un'icona dell'antimafia, ma un punto di riferimento per la costruzione di quel mondo di uguaglianza per il quale ha sacrificato la vita.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

L'ILLEGALITA' PROTETTA

L'ILLEGALITA' PROTETTA

by Rocco Chinnici

Uno per uno ci scelse: noi magistrati che...

PAOLO BORSELLINO - L'UOMO GIUSTO

PAOLO BORSELLINO - L'UOMO GIUSTO

by Alessandra Turrisi

A 25 anni dalla morte (19 luglio 1992),...


GIOVANNI FALCONE E PAOLO BORSELLINO

GIOVANNI FALCONE E PAOLO BORSELLINO

by Carlo Sarzana di Sant'Ippolito

Ancora oggi, i misteri fondamentali che gravano sulle...

NOI, GLI UOMINI DI FALCONE

NOI, GLI UOMINI DI FALCONE

by Angiolo Pellegrini

Palermo, gennaio 1981. Quando il capitano Angiolo Pellegrini...


L'ASSEDIO

L'ASSEDIO

by Giovanni Bianconi

Tragico e coinvolgente, "L'assedio" ci riporta a uno...

QUEL TERRIBILE ’92

QUEL TERRIBILE ’92

edited by Aaron Pettinari

Di tutti gli anni della nostra storia recente,...


STATO DI ABBANDONO

STATO DI ABBANDONO

by Riccardo Tessarini

L’opera è narrata in prima persona ed è...

GIUSTIZIALISTI

GIUSTIZIALISTI

by Sebastiano Ardita, Piercamillo Davigo

«Noi con le nostre forze di Polizia li...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta