Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Terzo Millennio Estero Roger Waters: ''Viviamo nel Mondo Nuovo di Huxley''

Terzo Millennio

Roger Waters: ''Viviamo nel Mondo Nuovo di Huxley''

Speciale PandoraTV
di AMDuemila
Video-intervista al frontman dei Pink Floyd

Pandora Tv ha pubblicato un’intervista condotta dal giornalista Afshin Rattansi per l’emittente tv russa RT al co-fondatore dei Pink Floyd Roger Waters. L’artista è intervenuto a 360 gradi sul modello unipolare che controlla il mondo e le nostre vite, soprattutto su quello dei mass media dove nel Regno Unito solo di recente si sono sollevate ultimamente delle polemiche attorno ad una figura importante del Paese, il leader del partito laburista Jeremy Corbyn. Figura che Waters ritiene una persona “informata e intelligente”. Nel corso della chiacchierata l’artista ha parlato anche della situazione del giornalista Julian Assange, detenuto a Londra in attesa del processo per l’estradizione che secondo Waters non dovrà assolutamente accadere in quanto “la legge dice che Assange non può essere estradato”. Il frontman dei Pink Floyd si è soffermato inoltre sui risultati delle elezioni generali nel Regno Unito definendo il nuovo presidente Boris Johnson un "gufo e un buffone totale”. "Johnson è come Tony Blair, incatenato al modello americano. Loro credono a un modello unipolare di un unico impero che controlla tutto il mondo. Johnson seguirà l’America ovunque, anche in guerra”. Nel descrivere la società odierna, infine, toccando per giunta temi come l’innovazione farmaceutica nel Regno Unito che i conservatori promuovono, Waters ritiene che viviamo nel “Il Mondo Nuovo”, il romanzo di fantascienza dello scrittore inglese Aldous Huxley. Scritto nel lontano 1932 nel best-seller viene raffigurata una società futura pianificata in nome del razionalismo produttivistico, votata all'assoluta perfezione.

Fonte: pandoratv.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa