Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Sostieni AntimafiaDuemila con Pay Pal

Back Sei qui: Home Terzo Millennio Estero Processo ''El Chapo'': la procura ha formalizzato l’ergastolo e ha chiesto 12.6 mld

Terzo Millennio

Processo ''El Chapo'': la procura ha formalizzato l’ergastolo e ha chiesto 12.6 mld

di AMDuemila
Manca quasi una settimana alla sentenza del Tribunale di New York nei confronti di uno dei più grandi narcotrafficanti messicani Joaquin El Chapo Guzman. Per lui la procura americana ha formalizzato la richiesta di condanna con più di 30 anni di carcere. La sentenza sarà resa nota il 17 luglio. La formula giudiziaria scelta (carcere perpetuo con più di 30 anni dietro le sbarre) è quella che, se accettata dal giudice, garantirà che “El Chapo” rimanga in carcere fino alla fine dei suoi giorni. In un documento indirizzato al giudice Brian Cogan, il 62enne Joaquin "El Chapo" Guzman viene descritto come un "capo spietato e sanguinario del cartello di Sinaloa”. L'ufficio del procuratore ha anche già chiesto il 5 luglio scorso una maxi confisca al messicano, l'equivalente dei proventi illeciti del traffico di droga del cartello messicano di Sinaloa: il governo americano vuole il rimborso di 12,6 miliardi di dollari, il denaro che “El Chapo” ha ottenuto "direttamente o indirettamente" come risultato dei suoi traffici. Considerato uno degli uomini più ricchi del mondo, a lungo inserito da Forbes nella lista dei 'paperoni', “El Chapo” ha un patrimonio stimato in oltre 14 miliardi di dollari. Il messicano, attualmente rinchiuso in un carcere federale di Manhattan, tra i più sicuri degli Stati Uniti, ha affrontato un processo di tre mesi, in cui sono stati ascoltati 56 testimoni, tra i quali suoi ex alleati e dipendenti.

ARTICOLI CORRELATI

Processo boss narcos El Chapo a New York. Quanto si è appreso dopo cinque settimane

Si apre a New York il processo a ''El Chapo'' Guzmán

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LE MAFIE NELL'ECONOMIA LEGALE

LE MAFIE NELL'ECONOMIA LEGALE

by Rocco Sciarrone, Luca Storti

Le mafie continuano a prosperare sia nelle zone...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

by Giorgio Bongiovanni

Le particolarità di questo libro 1. E’ la prima...


PIAZZA FONTANA. IL PROCESSO IMPOSSIBILE

PIAZZA FONTANA. IL PROCESSO IMPOSSIBILE

by Benedetta Tobagi

Il racconto rigoroso e appassionante del grande processo...

DEPISTATO

DEPISTATO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

In queste pagine è raccontato il depistaggio di...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa