Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Terzo Millennio Estero A Gaza vita sempre più dura: Israele riduce l'erogazione di energia elettrica

Terzo Millennio

A Gaza vita sempre più dura: Israele riduce l'erogazione di energia elettrica

gaza distrDa 4 a 3 ore di corrente al giorno. Ma i militari sono contrari: la crisi umanitaria spinge alla reazione armata
La scarsità di energia elettrica all’interno della Striscia è un problema ricorrente, ma il problema si è ulteriormente aggravato. Il governo israeliano ha deciso ieri sera di ridurre di tre quarti d'ora al giorno la fornitura di corrente elettrica alla Striscia di Gaza, territorio palestinese governato dal movimento islamista Hamas. Lo ha confermato il ministro israeliano per la sicurezza Gilad Erdan. Secondo il ministro Erdan, è l'Autorità nazionale palestinese, rivale di Hamas, ad aver deciso di "ridurre significativamente" i pagamenti per l'elettricità fornita da Israele a Gaza.  "Sarebbe illogico che Israele paghi parte della fattura" dovuta dai palestinesi, ha spiegato Erdan. alla radio militare. La decisione del governo era obbligata - continua il ministro - "per non trovarsi a sostenere di fatto le infrastrutture terroristiche di Hamas" . Secondo l'emittente le forze armate israeliane sono preoccupate per l'acuirsi della crisi umanitaria nella Striscia e temono che essa - assieme al calo del sostegno economico a Gaza da parte del Qatar - possano sospingere Hamas verso un nuovo confronto militare con Israele.
Intanto la stampa israeliana ha riferito oggi che attualmente l'enclave palestinese riceve tre o quattro ore di elettricità pubblica al giorno.

Tratto da: globalist.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IN NOME DEL FIGLIO

IN NOME DEL FIGLIO

by Jole Garuti

Il 6 agosto 1985 la mafia uccise a...

LA VERITÀ SUL PROCESSO ANDREOTTI

LA VERITÀ SUL PROCESSO ANDREOTTI

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

Giulio Andreotti è stato assolto dall’accusa di associazione...


IL LINGUAGGIO MAFIOSO

IL LINGUAGGIO MAFIOSO

by Giuseppe Paternostro

In che modo un'associazione che ha fatto del...

MORTE DEI PASCHI

MORTE DEI PASCHI

by Franco Fracassi, Elio Lannutti

La vicenda che ruota intorno al Monte dei...


FIUMI D'ORO

FIUMI D'ORO

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

10 luglio 1973: viene rapito a Roma John...

IL CASO DAVID ROSSI

IL CASO DAVID ROSSI

by Davide Vecchi

Le ultime ore di vita di David RossiLa...


UNO SBIRRO NON LO SALVA NESSUNO

UNO SBIRRO NON LO SALVA NESSUNO

by Giacomo Cacciatore

Questo libro racconta la vera storia della scomparsa...

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

by Simona dalla Chiesa

"Un papà con gli alamari" non è una...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia



quarantanni-di-mafia-agg
Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


il ritorno del principe homeSaverio Lodato
Roberto Scarpinato


IL RITORNO DEL PRINCIPE
La criminalità dei potenti
in Italia



ho ucciso giovanni falcone homeSaverio Lodato

HO UCCISO
GIOVANNI FALCONE

La confessione
di Giovanni Brusca