Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Terzo Millennio Estero A Gaza vita sempre più dura: Israele riduce l'erogazione di energia elettrica

Terzo Millennio

A Gaza vita sempre più dura: Israele riduce l'erogazione di energia elettrica

gaza distrDa 4 a 3 ore di corrente al giorno. Ma i militari sono contrari: la crisi umanitaria spinge alla reazione armata
La scarsità di energia elettrica all’interno della Striscia è un problema ricorrente, ma il problema si è ulteriormente aggravato. Il governo israeliano ha deciso ieri sera di ridurre di tre quarti d'ora al giorno la fornitura di corrente elettrica alla Striscia di Gaza, territorio palestinese governato dal movimento islamista Hamas. Lo ha confermato il ministro israeliano per la sicurezza Gilad Erdan. Secondo il ministro Erdan, è l'Autorità nazionale palestinese, rivale di Hamas, ad aver deciso di "ridurre significativamente" i pagamenti per l'elettricità fornita da Israele a Gaza.  "Sarebbe illogico che Israele paghi parte della fattura" dovuta dai palestinesi, ha spiegato Erdan. alla radio militare. La decisione del governo era obbligata - continua il ministro - "per non trovarsi a sostenere di fatto le infrastrutture terroristiche di Hamas" . Secondo l'emittente le forze armate israeliane sono preoccupate per l'acuirsi della crisi umanitaria nella Striscia e temono che essa - assieme al calo del sostegno economico a Gaza da parte del Qatar - possano sospingere Hamas verso un nuovo confronto militare con Israele.
Intanto la stampa israeliana ha riferito oggi che attualmente l'enclave palestinese riceve tre o quattro ore di elettricità pubblica al giorno.

Tratto da: globalist.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

L'ILLEGALITA' PROTETTA

L'ILLEGALITA' PROTETTA

by Rocco Chinnici

Uno per uno ci scelse: noi magistrati che...

PAOLO BORSELLINO - L'UOMO GIUSTO

PAOLO BORSELLINO - L'UOMO GIUSTO

by Alessandra Turrisi

A 25 anni dalla morte (19 luglio 1992),...


GIOVANNI FALCONE E PAOLO BORSELLINO

GIOVANNI FALCONE E PAOLO BORSELLINO

by Carlo Sarzana di Sant'Ippolito

Ancora oggi, i misteri fondamentali che gravano sulle...

NOI, GLI UOMINI DI FALCONE

NOI, GLI UOMINI DI FALCONE

by Angiolo Pellegrini

Palermo, gennaio 1981. Quando il capitano Angiolo Pellegrini...


L'ASSEDIO

L'ASSEDIO

by Giovanni Bianconi

Tragico e coinvolgente, "L'assedio" ci riporta a uno...

QUEL TERRIBILE ’92

QUEL TERRIBILE ’92

edited by Aaron Pettinari

Di tutti gli anni della nostra storia recente,...


STATO DI ABBANDONO

STATO DI ABBANDONO

by Riccardo Tessarini

L’opera è narrata in prima persona ed è...

GIUSTIZIALISTI

GIUSTIZIALISTI

by Sebastiano Ardita, Piercamillo Davigo

«Noi con le nostre forze di Polizia li...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta