Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Terzo Millennio Ambiente Siamo noi che uccidiamo l’Africa

Terzo Millennio

Siamo noi che uccidiamo l’Africa

bambino-somalia-bigdi Maurizio Chierici - 2 ottobre 2012
SI PARLA dell’Africa solo quando i musulmani uccidono i cristiani. Due bambini sono morti nella messa della domenica a Nairobi, e in Nigeria e nel Congo. Islam da maledire. Le nostre Leghe organizzano crociate contro l’estremismo dei fondamentalisti di Allah.

Agli ariani devoti consiglio un libro appena in vetrina, autore Filippo Ivardi Ganapini, ingegnere al Politecnico del presidente Monti: Sui banchi della passione, l’alfabeto dell’Africa (editore Imprimenda, Limena, Padova), diario di un missionario italiano che vive a Mossala, villaggio del Ciad, frontiera Centroafricana. Siamo nei 5 paesi più disperati del mondo. La sveglia è sincronizzata al canto del muezzin: assieme invocano le stesse cose. Ogni giorno si confronta coi musulmani sul come pregare un dio che cambia nome nell’obbedienza a Benedetto XVI che invita a coltivare la stima verso l’islam. L’alfabeto del missionario sillaba lettere che sgomentano. B, come bambini. Schiavi, soldati drogati per uccidere. Ragazzine frugate dalle lame dell’infibulazione che l’islam non contempla. D, come donne, motore del continente. Chilometri a piedi per portare secchi d’acqua, 20 chili al giorno. Sono le più prolifiche del mondo: cinque figli, mariti che vanno e vengono. Vecchiaia nelle baracche di paglia dal tetto sfondato. C, come Ciad, popolo sconosciuto.

LA HOSTESS chiede all’ingegnere “ma dov’è N’Djaema?” capitale di un paese con 15 milioni di abitanti. Capitale delle guerre per lo sfruttamento della terra. Capitale di persone che non arrivano a 48 anni. Petrolio scoperto da poco, ricchezza nelle mani della casta del presidente a vita. Se la gente sopravvive con erbe e polenta, Deby, dittatore democratico, festeggia la quinta moglie in un pranzo da 40 milioni di dollari. ben curtis ap photo lapress webIl petrolio ha rianimato l’economia controllata dai soliti angeli custodi: JP Morgan, Credit Suisse, Barclays e la Cina regina del continente. Negli anni magri l’Africa è il paradiso di Wall Street: crescita 5,4 per cento. Niger e Angola attorno al 12. Non solo petrolio: oro minerali strategici e pianure fertili scatenano l’appetito delle vecchie colonie. L’indipendenza del Sud Sudan naufraga in una nuova dipendenza: 9 per cento del territorio venduto alle holding del biodiesel. Sfamare la gente non rende e la gente muore di fame. L’alfabeto della voracità bianca fa impazzire la rabbia dei senza niente che colpisce chi prega il dio dei saccheggiatori. I profughi delle guerre sopravvivono in campi-città: 380 mila lungo il confine Kenia-Somalia. Cosa mangiano, come vivono nessuno davvero lo sa. Non c’é la M delle multinazionali perché spunta in ogni pagina. Diario pacato eppure terribile di un missionario che vive con gli ultimi e lo racconta senza alzare la voce. Il nome del sacerdote comboniano è lo stesso nome dell’ingegnere. Come si dice, “vocazione tardiva” anche se ha meno di 40 anni.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tratto da: Il Fatto Quotidiano

Foto (destra) © Ben Curtis, AP Photo - LaPress

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa