Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Terzo Millennio

Daphne Caruana Galizia: perché Cardona è ancora in giro?

di Ryan Murdock*
Il vice capo del partito laburista è accusato di essere coinvolto in un complotto per omicidio.

Suppongo che non sia una novità a Malta, dove l’Ufficio del Primo Ministro era già implicato nello stesso brutale omicidio. Ma i legami di Chris Cardona con l’assassinio di Daphne Caruana Galizia risalgono molto più indietro del drammatico arresto di Yorgen Fenech in alto mare.

Testimoni hanno riferito che Cardona è stata vista incontrare due volte il presunto sicario Alfred Degiorgio – ad una festa di addio al celibato prima dell’omicidio, e successivamente al Ferdinand’s Bar a Siggiewi.

A quanto pare è stato trovato un telefono bruciato nel mare vicino al famoso capannone di patate dei sicari a Marsa con un solo numero sopra, quello di Cardona.

La figlia di Alfred Degiorgio ha ricevuto un lavoro presso il Ministero dell’Economia nell’estate del 2017, pochi mesi prima dell’omicidio.

Il socio in affari di Cardona, David Gatt, è stato accusato (e assolto) della stessa rapina del sospetto assassino Vince Muscat, e secondo quanto riferito ha frequentato lo stesso capannone di patate. Melvin Theuma afferma che l’ex poliziotto diventato avvocato ha minacciato i Degiorgios che sarebbero stati uccisi se avessero implicato Cardona nell’assassinio.

E ora l’intermediario – e testimone dello Stato – Theuma ha testimoniato che Cardona ha passato € 350.000 ad Alfred Degiorgio attraverso un intermediario.

tweet 5giu2020 matthew caruana galizia


Cardona nega tutto, ovviamente, proprio come ha negato le sue avventure nei bordelli tedeschi e di aver prosciugato il minibar a Dubai.

Ma sicuramente quando si tratta di accuse credibili di essere coinvolti in un omicidio, le smentite sulla stampa sono o no un’adeguata difesa? In che modo lo Stato può basare i suoi procedimenti giudiziari sulla testimonianza di Theuma ignorando selettivamente le parti che non si vogliono ascoltare?

La polizia non ha bisogno del permesso per agire e non ha bisogno di sentirsi dire per indagare su Cardona. Al contrario, è il loro lavoro. Ma la polizia di Malta ha una storia di sette anni nell’ignorare la corruzione. Il loro scandalo sulla corruzione interna – con oltre la metà della polizia stradale del paese accusata in una truffa sugli straordinari – li ha resi uno zimbello globale. Non mi sorprende vederli ignorare anche questo.

Mi dispiace per gli onesti ufficiali del paese. Il loro lavoro deve essere una battaglia in salita così scoraggiante.

Sta aumentando la possibilità che più di una persona abbia pagato per far uccidere Caruana Galizia. E i motivi non sono scarsi, dato il numero di scandali che lei ha mostrato esserci nella Gilda di ladri di Muscat – scusate, il gabinetto dell’ex primo ministro.

Keith Schembri – il cui nome continua a emergere sia nelle registrazioni di Theuma sia nell’indagine pubblica indipendente – è intoccabile come lo era in questo periodo dell’anno scorso.

Ciò mi ricorda quel momento dello scorso novembre, quando Fenech arrestato poco prima si avventò su Republic Street, seguito da uno sciame di giornalisti. Nessuno dubitava del suo coinvolgimento nell’omicidio più scioccante di Malta, non dopo che il codardo aveva cercato di scappare. Ma lì stava camminando per la strada facendo battute senza un poliziotto in vista.

Ho pensato che stavo guardando un film davvero brutto. O totalmente non plausibile, o quello in cui il testimone principale viene mostrato in pieno giorno.

Ma la vita a Malta non opera secondo lo stesso insieme di regole che governano il mondo normale.

Cardona è ancora membro del Parlamento ed è ancora vice capo del Labour. Ha una posizione di potere nel Partito che controlla il governo – e ogni istituzione – a Malta. Non sta esattamente affrontando il suo accusatore su un piano di parità.

Sicuramente il Primo Ministro ha il buon senso – e la spina dorsale – di rimuoverlo da questo incarico fino a quando il caso non sarà risolto?

O anche Cardona è intoccabile, come Muscat e Schembri?

A proposito del disonorato ex Kink del Kickbackistan, quando la polizia riuscirà a interrogarlo? Il suo nome è venuto anche nelle registrazioni, dove è stato chiamato “Ix-Xiħ”. Hanno paura di lui o sono semplicemente nella sua tasca come gli altri?

Quando verrà trascinato indietro dal Regno Unito Konrad Mizzi per affrontare gli interrogatori della polizia? Sta bloccando il tempo, contando sulla Brexit per evitare l’estradizione? Il lavoro è stato fatto. Tutto quello che devi fare è avvolgere il sospetto. Fai un salto dalla FIAU e raccogli le prove. Sono lì che raccolgono polvere da anni.

Non vedi come un problema che i potenti politici siano nominati in tribunale ma mai messi in discussione?

E cosa sta succedendo con il vice commissario di polizia Silvio Valletta? Sai, quello che è stato catturato mentre passava le informazioni sull’indagine al principale sospettato? Perché non è dietro le sbarre a La Valletta?

Pensavo che le cose fossero finalmente cambiate lo scorso dicembre. Pensavo che i maltesi ne avessero avuto abbastanza. Quella rabbia aveva superato l’inerzia e le vaghe paure di vendetta che facevano tenere la testa sotto il parapetto, aspettando che qualcun altro corresse il rischio.

Per due mesi, le strade di La Valletta sono state un luogo davvero stimolante. Ma nulla è cambiato.

E puoi essere sicuro che nulla cambierà se non lo richiederai. Li hai costretti a ritirarsi a dicembre, ma quella lotta era tutt’altro che finita quando COVID-19 li ha tenuti occupati per un po ‘di tempo.

I criminali che gestiscono il paese non vanno da nessuna parte – e non hanno nemmeno intenzione di perseguire se stessi.

Abela tace. Il vice primo ministro Chris Fearne tace. E Evarist Bartolo afferma di lavorare silenziosamente dietro le quinte mentre diventa enigmatico su Facebook per calmare la sua coscienza sporca.

Sono complici. Non aspettarti alcun aiuto da loro.

È quasi come se quello che avviene nell’aula di tribunale fosse un gioco o una farsa giocata a beneficio di un pubblico internazionale che è arrivato a considerare Malta con un senso di incredulità al limite della repulsione.

Interpretano i loro ruoli e poi escono dall’aula e vanno avanti con le loro vite, facendo fieno mentre il sole di Muscat brilla ancora da dietro il suo burattino Bodybuilder Prince.

* The Shift News

Tratto da: liberainformazione.org