Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Terzo Millennio Crisi Massacro mormoni: continuano le ricerche, I LeBaròn avevano avuto dissidi con contadini

Terzo Millennio

Massacro mormoni: continuano le ricerche, I LeBaròn avevano avuto dissidi con contadini

A Jalisco trovati 7 cadaveri
di AMDuemila
Il massacro dei LeBaròn in Messico potrebbe avere un altro movente oltre a quello ufficiale secondo il quale i narcos avrebbero scambiato i suv della famiglia mormona con quelli di clan rivali. Negli ultimi mesi, infatti, pare che la famiglia avesse denunciato le pressioni di una organizzazione di contadini nello stato del Chihuahua chiamata El Barzón che intimava di cessare l’approvvigionamento di acqua nei pozzi per le coltivazioni e gli allevamenti dei LeBaròn. Non è da escludere quindi che qualcuno si sia rivolto ai narcos che si contendono la zona per farla pagare alla famiglia americana di mormoni. Un’ipotesi, questa, non smentita dall’esercito che tuttavia continua ad attribuire la tragedia a uno scontro tra il clan della Linea e quello dei Salazar; il generale Homero Mendoza ha osservato che il giorno prima dell’omicidio c’era stata una sparatoria tra i due cartelli nella città di Aguaprieta con un morto e un ferito. Le autorità inoltre hanno riferito di un arresto; l’Agenzia ministeriale per le inchieste criminali ha detto che il soggetto, oltre a un certo numero di armi, aveva con sé due ostaggi, legati e imbavagliati ed è stato preso sulle colline di Agua Priests nello stato di Sonora. Nel frattempo in Messico sono stati scoperti in tre furgoni 7 cadaveri vicino a una diga nella municipalità di Tonala, località situata nello Stato di Jalisco a circa 550 chilometri a nord-ovest di Città del Messico. Secondo i media locali, i sette - tutti uomini - sono stati uccisi con colpi d'arma da fuoco alla testa. E' probabile che le uccisioni siano legate alle lotte tra bande per il controllo del narcotraffico.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...


CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...


INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa