Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Terzo Millennio Crisi Roger Waters convoca protesta contro l'aggressione al Venezuela

Terzo Millennio

Roger Waters convoca protesta contro l'aggressione al Venezuela

waters roger c imagoeconomicada telesurtv.net
Roger Waters ha condannato in più occasioni il Governo di Donald Trump

Attraverso il suo account Twitter, Waters ha esortato il Governo degli USA ad interrompere le sue azioni contro il Venezuela.
Il musicista ed ex membro del gruppo britannico Pink Floyd, Roger Waters, ha convocato una protesta contro gli attacchi degli Stati Uniti verso il Governo e il popolo della Venezuela.
Tramite il suo account Twitter, Waters ha indetto una mobilitazione davanti alle Nazioni Unite (ONU), per questo lunedì 4 febbraio.
Waters ha condannato le minacce degli USA e ha ricordato che il Venezuela vive in un sistema democratico. "Loro hanno una vera democrazia, fermate il tentativo di distruggere un paese solo perchè l’1% (i ricchi) possano impadronirsi del suo petrolio" si legge nel tweet del musicista inglese.
L'ex leader dei Pink Floyd ha incentivato anche gli slogan #USHANDSOFF #Venezuela! (USA Mani giù dal Venezuela), #STOPTRUMPSCOUPINVENEZUELA (Fermate il colpo di stato di Trump contro il Venezuela).
Attraverso le sue reti sociali, l'artista ha solidarizzato contro le ingiustizie e le violazioni dei diritti umani in tutto il mondo.
In questo modo, Waters è riconosciuto non solo per le sue canzoni, ma anche per il suo attivismo politico. Ha dimostrato anche la sua solidarietà con la causa della Palestina portando avanti campagne esortando gruppi musicali ed artisti a non esibirsi in Israele.

Tratto da: telesurtv.net

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DEPISTATO

DEPISTATO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

In queste pagine è raccontato il depistaggio di...

TI MANGIO IL CUORE

TI MANGIO IL CUORE

by Carlo Bonini, Giuliano Foschini

Un'inchiesta sull'abisso non ancora esplorato della Società foggiana,...


IL LIBRO NERO DELLA LEGA

IL LIBRO NERO DELLA LEGA

by Giovanni Tizian, Stefano Vergine

La truffa milionaria ai danni degli italiani, le...

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

by Fabio Federici

Oggi la presenza della Mafia Nigeriana in Italia...


LA PAURA NON PERDONA

LA PAURA NON PERDONA

by Luigi Leonardi

Come si combatte dall’interno il sistema in cui...

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

by Vincenzo Cuomo, Gianfranco Milillo

In un paese come l’Italia, in cui è...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa