Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Terzo Millennio Crisi Sovranismo, in Occidente, una rivoluzione maoista

Terzo Millennio

Sovranismo, in Occidente, una rivoluzione maoista

mao zedong gilet giallodi Guido Salerno Aletta
Una inedita alleanza tra ceti popolari e medi, contro gli Imperi sovranazionali ed il Colonialismo finanziario

Di vero c'è che l'Occidente è colpito da una serie ininterrotta di shock: sul piano politico e sociale, le strutture dell'ultimo Novecento sono in seria crisi: dai partiti tradizionali, negli Usa come in Europa, alle cosiddette istituzioni sovranazionali e multilaterali.
La Brexit, la elezione di Donald Trump, l'alleanza di governo giallo-verde in Italia, il fiorire di partiti anti sistema un po' dovunque in Europa, la protesta popolare dei Gilets Jaunes in Francia, che non è riconducibile ad una unica matrice, perfino le proteste di piazza in Ungheria contro la recente normativa che consente di aumentare il numero di ore di lavoro straordinario.
E, fate bene attenzione, un senso di profondo dissenso si manifesta anche nella potente Germania.
L'Occidente è in fermento, contro il Mercatismo, contro il Colonialismo finanziario che sfrutta ed alimenta gli squilibri, che crea crediti immensi e di converso debiti insostenibili.
E' una Rivoluzione maoista, dunque quella che si muove in Occidente al di fuori degli schemi della rappresentanza tradizionale, che sta mettendo a dura prova l'establishment.
Che cosa fu, in Cina, infatti, la Lunga marcia?
Se non una alleanza tra i ceti popolari e la piccola borghesia contro l'Impero, contro i Signori della Guerra, contro un sistema di potere che aveva asservito tutto e tutti al colonialismo straniero, che sfruttava il lavoro in modo schiavistico?
Non è comunismo, non è la abolizione della proprietà privata. A contrario, la riappropriazione della proprietà a fronte della spoliazione sistematica operata dagli Imperi sovranazionali, dalle Multinazionali, dal Colonialismo industriale.
Sovranismo, una rivoluzione Maoista.

Fonte: teleborsa.it

Tratto da: megachip.globalist.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

CASAMONICA, LA STORIA SEGRETA

CASAMONICA, LA STORIA SEGRETA

by Floriana Bulfon

Un documento giornalistico straordinario e di estrema attualità,...

NUDDU

NUDDU

by Pietro Orsatti

Un’inchiesta giornalistica senza apparente via di uscita e...


IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

by Attilio Bolzoni

Un siciliano che è “nel cuore” di un...

FIGLI DEI BOSS

FIGLI DEI BOSS

by Dario Cirrincione

Questo è un libro di storie e di...


IL CASO MOBY PRINCE

IL CASO MOBY PRINCE

by Gabriele Bardazza, Francesco Sanna

Per la prima volta in un libro, i...

AMEN

AMEN

by Antonio Ferrari

L’attentato a Giovanni Paolo II e i molti...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa