Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Terzo Millennio Crisi Caso Maldonado: 120mila persone in piazza chiedono giustizia e verità

Terzo Millennio

Caso Maldonado: 120mila persone in piazza chiedono giustizia e verità

manif maldonado almendrasdi Jean Georges Almendras
“Santiago era un ragazzo che credeva nella pace. In sua memoria, ancora una volta pretendiamo di sapere cosa è successo e chi sono i responsabili della sua morte e chi ha voluto ostacolare e nascondere le ragioni della sua scomparsa e della sua morte”. A dirlo è Sergio Maldonado, fratello di Santiago, di fronte ad oltre 120.000 persone riunitesi mercoledì 1º novembre in Plaza de Mayo. Una delle 4 mobilitazioni massive per il caso Santiago Maldonado. Nelle prime due manifestazioni si reclamava il ritrovamento in vita di Santiago, nelle ultime due la rivendicazione era perchè sia fatta presto giustizia.
Lo slogan della manifestazione del 1º novembre recitava proprio: “Giustizia per Santiago Maldonado. Il Governo è responsabile”. La famiglia Maldonado, che era presente, ha dato prova di profonda sincerità, portabandiera ed emblema di una lotta che interessa la società argentina, tutta la regione e il mondo intero.
Cercando di essere trasparente nei suoi sentimenti Sergio ha criticato i media che mentono impunemente sul caso avallando teorie false.
“Non contate su di me per seminare odio e divisione nella società. Il nostro unico reclamo è sapere la verità e ottenere giustizia, senza distinzioni di parte e speculazioni elettorali, come vorrebbero rifilare”.
Voglio ringraziare ogni persona, ogni organizzazione sociale che ha collaborato nell’organizzazione e diffusione di ogni manifestazione che hanno appoggiato questa lotta”, ha detto Sergio dinnanzi all’impressionante moltitudine di persone che lo ascoltava rispettosamente sventolando in alto le bandiere di organizzazioni di Diritti Umani, movimenti sociali, sindacati e partiti di sinistra che si sono dimostrati solidali con le loro rivendicazioni.
“Siamo vicini alla sofferenza di tutte le vittime di sparizione forzata in democrazia e vogliamo sia fatta giustizia per loro”, ha detto, prima dell'intervento di Sergio Maldonado, Alberto Santillán, padre di Darío, il giovane ucciso dalla polizia nella stazione di Avellaneda il 26 giugno del 2002.
Tanto Sergio come sua moglie Andrea Antico sono stati accompagnati sul palco da numerose persone legate ad organizzazioni, come la presidente di Abuelas de Plaza de Mayo, Estela de Carlotto e la Madre de Plaza de Mayo, Tai Almeida.
Per concludere Sergio Maldonado ha detto: “La solidarietà ci avvolge e ci abbraccia ogni istante, con i migliori valori degli esseri umani. Grazie per averci accompagnato ogni giorno in questi tre mesi. Non smetteremo di chiedere giustizia finché non sapremo la verità”.
Altre manifestazioni si sono svolte in altre città lungo l'esteso territorio argentino, radunando numerose persone giovani, ma sempre con lo stesso forte slogan: “Vogliamo giustizia” e “il Governo è responsabile”.

* Foto di Copertina: www.pagina12.com

Le recensioni di AntimafiaDuemila

FIUMI D'ORO

FIUMI D'ORO

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

10 luglio 1973: viene rapito a Roma John...

IL CASO DAVID ROSSI

IL CASO DAVID ROSSI

by Davide Vecchi

Le ultime ore di vita di David RossiLa...


UNO SBIRRO NON LO SALVA NESSUNO

UNO SBIRRO NON LO SALVA NESSUNO

by Giacomo Cacciatore

Questo libro racconta la vera storia della scomparsa...

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

by Simona dalla Chiesa

"Un papà con gli alamari" non è una...


DALLA CHIESA

DALLA CHIESA

by Andrea Galli

Giovanissimo incursore durante la Seconda guerra mondiale, dopo...

UNA STRAGE SEMPLICE

UNA STRAGE SEMPLICE

by Nando dalla Chiesa

Capaci. E la sua continuazione, via D'Amelio. Una...


LA MAFIA DIMENTICATA

LA MAFIA DIMENTICATA

by Umberto Santino

I caporioni della mafia stanno sotto la salvaguardia...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia



quarantanni-di-mafia-agg
Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


il ritorno del principe homeSaverio Lodato
Roberto Scarpinato


IL RITORNO DEL PRINCIPE
La criminalità dei potenti
in Italia



ho ucciso giovanni falcone homeSaverio Lodato

HO UCCISO
GIOVANNI FALCONE

La confessione
di Giovanni Brusca