Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Terzo Millennio Crisi Caso Maldonado: 120mila persone in piazza chiedono giustizia e verità

Terzo Millennio

Caso Maldonado: 120mila persone in piazza chiedono giustizia e verità

manif maldonado almendrasdi Jean Georges Almendras
“Santiago era un ragazzo che credeva nella pace. In sua memoria, ancora una volta pretendiamo di sapere cosa è successo e chi sono i responsabili della sua morte e chi ha voluto ostacolare e nascondere le ragioni della sua scomparsa e della sua morte”. A dirlo è Sergio Maldonado, fratello di Santiago, di fronte ad oltre 120.000 persone riunitesi mercoledì 1º novembre in Plaza de Mayo. Una delle 4 mobilitazioni massive per il caso Santiago Maldonado. Nelle prime due manifestazioni si reclamava il ritrovamento in vita di Santiago, nelle ultime due la rivendicazione era perchè sia fatta presto giustizia.
Lo slogan della manifestazione del 1º novembre recitava proprio: “Giustizia per Santiago Maldonado. Il Governo è responsabile”. La famiglia Maldonado, che era presente, ha dato prova di profonda sincerità, portabandiera ed emblema di una lotta che interessa la società argentina, tutta la regione e il mondo intero.
Cercando di essere trasparente nei suoi sentimenti Sergio ha criticato i media che mentono impunemente sul caso avallando teorie false.
“Non contate su di me per seminare odio e divisione nella società. Il nostro unico reclamo è sapere la verità e ottenere giustizia, senza distinzioni di parte e speculazioni elettorali, come vorrebbero rifilare”.
Voglio ringraziare ogni persona, ogni organizzazione sociale che ha collaborato nell’organizzazione e diffusione di ogni manifestazione che hanno appoggiato questa lotta”, ha detto Sergio dinnanzi all’impressionante moltitudine di persone che lo ascoltava rispettosamente sventolando in alto le bandiere di organizzazioni di Diritti Umani, movimenti sociali, sindacati e partiti di sinistra che si sono dimostrati solidali con le loro rivendicazioni.
“Siamo vicini alla sofferenza di tutte le vittime di sparizione forzata in democrazia e vogliamo sia fatta giustizia per loro”, ha detto, prima dell'intervento di Sergio Maldonado, Alberto Santillán, padre di Darío, il giovane ucciso dalla polizia nella stazione di Avellaneda il 26 giugno del 2002.
Tanto Sergio come sua moglie Andrea Antico sono stati accompagnati sul palco da numerose persone legate ad organizzazioni, come la presidente di Abuelas de Plaza de Mayo, Estela de Carlotto e la Madre de Plaza de Mayo, Tai Almeida.
Per concludere Sergio Maldonado ha detto: “La solidarietà ci avvolge e ci abbraccia ogni istante, con i migliori valori degli esseri umani. Grazie per averci accompagnato ogni giorno in questi tre mesi. Non smetteremo di chiedere giustizia finché non sapremo la verità”.
Altre manifestazioni si sono svolte in altre città lungo l'esteso territorio argentino, radunando numerose persone giovani, ma sempre con lo stesso forte slogan: “Vogliamo giustizia” e “il Governo è responsabile”.

* Foto di Copertina: www.pagina12.com

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL CORAGGIO DI DIRE NO

IL CORAGGIO DI DIRE NO

by Paolo De Chiara

È la drammatica storia di una fimmina ribelle...

ONG

ONG

by Sonia Savioli

Nel Medioevo si cercavano di unifi care territori...


CIAO, IBTISAM!

CIAO, IBTISAM!

by Serena Marotta

"Ibtisam" è la traslitterazione della parola araba che...

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

edited by Antonella Beccaria, Salvatore Borsellino, Federica Fabbretti, Giuseppe Lo Bianco , Stefano Mormile, Nunzia Mormile, Fabio Repici, Giovanni Spinosa

La storia occulta del nostro Paese viene scritta...


SULCIS IN FUNDO

SULCIS IN FUNDO

by Chessa Paolo Matteo

Il "giallo del pozzo" di Carbonia con l'assassinio...

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...


IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...

UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa